Xylella, Mipaaf: via libera Ue a commercio viti Salento, barbatelle in tutta Europa

Nella giornata di ieri, lunedì 23 novembre del 2015, si è riunito a Bruxelles il Comitato Fitosanitario europeo che ha preso una decisione importante per il nostro Paese. In accordo con quanto reso noto dal Mipaaf, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, è stato infatti deciso che le viti del Salento possono essere di nuovo commercializzate in tutta Europa.

Per le barbatelle di vite salentine, quindi, l’emergenza legata alla xylella è superata sebbene la loro commercializzazione, su tutto il Vecchio Continente senza alcuna restrizione di natura territoriale, sia subordinata ad uno specifico trattamento a caldo prima della vendita. Inoltre, sempre in accordo con quanto reso noto dal Ministero, le misure approvate per il ritorno delle barbatelle sul mercato prevedono anche delle ispezioni ufficiali nei campi di produzione.

Maurizio Martina, il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, ha dichiarato che trattasi di ‘un passo in avanti soprattutto per le aziende vivaistiche salentine che sono state fortemente colpite da questa emergenza‘. ‘Ma ora’, ha aggiunto il Ministro, ‘dobbiamo accelerare sul fronte della ricerca, con l’obiettivo di salvare il patrimonio olivicolo e approfondire anche il reale coinvolgimento delle varie specie vegetali nella diffusione del batterio Xylella‘.

La Xylella è infatti un batterio che, peraltro difficile da isolare, è stato rilevato non solo negli alberi e nelle piante fruttifere, ma anche negli alberi ornamentali e nelle piante erbacee ed arbustive spesso senza esibire alcun sintomo di patologia. Per le piante di ulivo, in particolare, il ceppo batterico genera una fitopatologia definita come CoDiRO, Complesso del disseccamento rapido dell’olivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.