Ylenia Carrisi, prelevato dna di Al Bano: confronto con donna trovata morta negli States

Su richiesta che è stata formulata dalle autorità statunitensi, è stato prelevato il dna di Al Bano a seguito del ritrovamento del cadavere di una donna che, morta in Florida, assomiglierebbe ad Ylenia Carrisi, la figlia di Romina Power e del cantante di Cellino San Marco.

In accordo con quanto riportato da Repubblica.it, il prelievo del dna del cantante sarebbe avvenuto presso la residenza di Al Bano, nel Comune di Cellino San Marco, in Provincia di Brindisi, una ventina di giorni fa. Inoltre, il prelievo di Dna sarebbe stato effettuato pure sui fratelli di Ylenia e, a New York, su Romina Power.

Di Ylenia Carrisi non si hanno tracce da oltre 20 anni, e precisamente dal mese di dicembre del 1994. Nello stesso anno fu uccisa in Florida una donna da parte di Keith Hunter Jesperson, camionista reo confesso dopo che per tre anni le indagini non avevano portato a nulla di concreto. Il camionista nel confessare l’uccisione della ragazza avrebbe detto che, bella, giovane e bionda, si faceva chiamare Susanne, ovverosia con lo stesso nome con cui Ylenia Carrisi si faceva chiamare durante la sua permanenza negli Usa.

A seguito di ulteriori indagini, secondo gli inquirenti ci sono di conseguenza tutti i presupposti per ritenere di poter accostare, previa verifica, la morte della donna con la scomparsa di Ylenia Carrisi. E così i campioni di Dna prelevati sui fratelli e su Al Bano sono stati inviati al Ris di Roma dove da qui partiranno poi con destinazione gli Stati Uniti d’America.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.