Zain, questo è il primo bambino nato con cellule staminali

Zain Rajani è nato 22 giorni fa a Toronto, in Canada. Dire che era molto atteso sarebbe un eufemismo, i suoi genitori, Natasha e Omar Rajani, avevano cercato per quattro anni di avere un bimbo. Infine, si sono rivolti alla fecondazione in vitro, ma gli ovuli di Natascia erano un po ‘vecchi. Così i medici hanno tentato una nuova tecnica di sostituzione mitocondriale .Parte del motivo per il quale Natasha, che adesso ha 34 anni, non è mai rimasta incinta, è riferito alla scarsa qualità dei suoi ovuli, cosa che accade più spesso con l’età.screen_shot_2015-05-07_at_4.51.39_pm

Ma i ricercatori hanno capito che avrebbero potuto rimuovere i mitocondri dalle cellule staminali che si sviluppano in uova, che si trovano nel suo stesso tessuto ovarico. Poi i mitocondri delle cellule staminali potrebbero sostituire i mitocondri nel vecchio uovo, che quando fecondato, si comporta come un uovo più giovane, e rende i trattamenti di fecondazione in vitro, con  più successo.

Quando Natasha e Omar hanno fatto l’IVF tradizionali, hanno ottenuto soltanto un embrione vitale; utilizzando la nuova tecnica, ne avevano quattro. Una di quelle uova divennero Zain, e altri due sono stati congelati nel caso i Rajanis vogliono avere un altro bambino.
Zain è il primo di otto bambini dovute quest’estate dalla stessa tecnica in tutto il mondo. Dal momento che è considerata la terapia genica, è ancora non è legale negli Stati Uniti , anche se l’articolo del Time suggerisce che più storie di successo come Zain potrebbe costringere la FDA a riconsiderare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.