Zanzare Ogm contro la malaria, Dna ritoccato per non infettare con immunità progenie al 99,5%

Riscrivendo e correggendo il Dna delle zanzare, in un futuro non troppo lontano la malaria potrebbe essere sconfitta su tutto il pianeta. Questo perché a Irvine i ricercatori dell’Università della California, utilizzando la considdetta Crispr, una tecnica di ingegneria genetica ad alta precisione, sono riusciti a creare zanzare Ogm che sono resistenti al parassita della malaria e che di fatto bloccano l’infezione verso l’uomo in quanto sono in grado di trasmettere la loro immunità al 99,5% della progenie.

Si tratta, quindi, di zanzare Ogm, ovverosia geneticamente modificate, che sono malaria-free e che, di conseguenza, possono contribuire alla definitiva sconfitta della malaria contratta dagli esseri umani proprio attraverso le zanzare infette.

I risultati di questa importante sperimentazione realizzata con la ‘Clustered regularly interspaced short palindromic repeats‘, che sta appunto, abbreviato, per Crispr, sono stati pubblicati dagli studiosi dell’Università della California a Irvine sulla rivista Pnas – Proceedings of the National Academy of Sciences.

I risultati che abbiamo ottenuto ci fanno pensare che questa tecnica possa essere sfruttata per eliminare davvero la malaria’, ha dichiarato il professore Anthony James che ha coordinato lo studio. Questo perché le zanzare che nascono dalle zanzare Ogm sono 99 volte su 100, a loro volta, malaria-free. E questo significa anche che in futuro si potrebbero salvare quasi un milione di persone che ogni anno, in prevalenza in Africa, muoiono a causa della malaria. I nuovi casi di malaria ogni anno variano infatti dai 300 ai 500 milioni con un rischio di mortalità più elevato tra i bambini e le donne in gravidanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.