Addio alle Vhs, chiude l’ultima azienda produttrice dei videoregistratori

0

Addio alle Vhs, chiude l'ultima azienda produttrice di videoregistratori

Addio ai VHS superati già da diversi anni, ma adesso destinati a scomparire totalmente, in seguito alla chiusura definitiva dell’ultima fabbrica. Nella giornata di ieri è ufficialmente terminata la produzione dei videoregistratori ed ovviamente con questa anche quella delle relative cassette.

Le classiche videocassette con il nastro saranno dunque soltanto un ricordo. Molto probabilmente, molti non hanno più una videocassetta ma c’è stato un tempo in cui le VHS erano davvero di gran moda, e stiamo parlando degli anni 80, anni in cui queste furono per molto tempo lo strumento principe per registrare video e vedere film in casa, comprati noleggiati o semplicemente copiati illegalmente. Era esattamente il 1976 quando venne lanciato sul mercato giapponese dalla celebre JVC, il primo modello di videoregistratore che supporta il formato VHS, approdato poi negli Stati Uniti ed in seguito anche nel resto del mondo, ma come anticipato è stato soltanto tra gli anni 80 e 90 che questo formato ha raggiunto il suo periodo di espansione maggiore nel mondo entrando nelle case di milioni di persone di ogni nazionalità e rendendo molto più semplice accedere ai contenuti video registrati dagli utenti.

Nonostante da tempo ormai le videocassette siano passate di moda, soltanto da ieri è arrivato l’annuncio ufficiale della chiusura dell’ultima linea giapponese che produceva videoregistratori, anche se la produzione andrà avanti fino al mese di agosto e poi sara chiusura totale. L’azienda in questione è la Funai Electric, la quale ha deciso di chiudere non perché i clienti fossero pochi ma per le difficoltà incontrate nella reperibilità dei pezzi necessari per la produzione delle VHS; la Funai era l’unica azienda rimasta nel settore dopo il ritiro di Panasonic alcuni anni fa e vendeva la maggior parte dei videoregistratori in Nord America, e solo lo scorso anno ha venduto ben 750 mila videoregistratori in tutto il mondo.

“Una ditta che produceva componenti per noi ci ha fatto sapere che era troppo difficile continuare a farlo con i ricavi a questo livello e hanno smesso: cio’ ci ha portato alla decisione, non possiamo assemblarli senza quelle componenti”, ha spiegato un portavoce di Funai, il quale ci ha tenuto a precisare che dopo l’annuncio della chiusura definitiva dell’azienda, presso i centralini sono arrivate tantissime telefonate di clienti soprattutto giapponesi disperati per non aver trasferito in tempo i loro documenti e video su supporti più moderni.Le VHS lasciano il posto definitivamente ai DVD ed ai Blu Ray che permettono una miglior qualità video, una capacità di memorizzazione davvero superiore ed ancora uno spazio occupato decisamente inferiore. Vantaggiose anche le micro sd che hanno massime illimitate rispetto alle vecchie videocassette essendo di dimensioni davvero ridotte.Finisce dunque un’era per i tantissimi utenti di tutto il mondo, ma di certo le VHS resteranno una gioia per i tantissimi collezionisti.

Rispondi o Commenta