Aerei, cani in cabina con i padroni per tutta la durata del viaggio: ecco quali compagnie lo permettono

Buone notizie per tutti gli amanti degli animali e dei viaggi. La novità riguarda la possibilità di portare con se sull’aereo il proprio cane che finalmente non dovranno più andare nella stiva. E’ questa la novità diffusa dalla compagnia americana Delta che presto però coinvolgerà anche tante altre compagnie, anche italiane. Stando a quanto emerso a partire dallo scorso mese di marzo, la compagnia americana Delta airlines ha deciso di dare la possibilità agli animali di piccola taglia di poter entrare in cabina insieme ai loro padroni; ovviamente la compagnia parla di animali di piccola taglia e dunque questa regola non sarà valida per gli animali più ingombranti i quali viaggeranno su un altro aereo di Delta Cargo ovvero un velivolo che prevede particolari standard e misure per il trasporto degli animali.

Intervenuto il senior vice President, Bill Lentsch il quale ha dichiarato: “Molti di noi in Delta sono amanti degli animali, sappiamo che sono importanti membri delle famiglie, airport customer service and cargo operations della compagnia. Questo cambiamento assicurerà un servizio di alta qualità e affidabile per gli animali domestici quando i loro proprietari sceglieranno di spedirli con Delta Cargo”.

E’ vero che i cani possono entrare nella cabina insieme al loro padrone, ma è anche vero che la compagnia fissa delle regole,tra le quali: l’animale deve essere molto piccolo da entrare in una cuccia senza stare a contatto con le pareti; la cuccia deve entrare sotto il sedile; le dimensioni per le cucce variano in base al volo ma sommariamente rispecchiano quelle del bagaglio a mano; l’animale deve rimanere all’interno della cuccia per tutta la durata del volo; l’animale viene conteggiato come un bagaglio a mano. Ad ogni modo l’annuncio della compagnia Delta è stato accolto con grande entusiasmo dalla Peta,ovvero l’Organizzazione no-profit a sostegno dei diritti degli animali.E per quanto riguarda le altre compagnie, comprese quelle italiane? Di fatto non esiste una regolamentazione unica che regoli appunto l’accesso a bordo dell’aereo di animali, cani o gatti che siano, e dunque tutto sta alle decisioni della compagnia che potrà decidere se permettere l’accesso, le modalità, le dimensioni ed il peso.

Ad oggi Alitalia permette l’ingresso degli animali in cabina fino ad massimo di 10 kg,compresa la gabbia mentre per tutti gli altri di peso maggiore, il posto loro riservato sarà la stiva. Altra compagnia molto presente sul nostro paese, ovvero l’Airone, per esempio non ammette nessun tipo di animale,nè che si tratti di piccola, media o grande taglia ed ancora non permette l’ingresso nemmeno nella stiva. Su Air Transat invece vengono accettati soltanto cani e gatti nella stiva con la sola eccezione per i cani fa guida, mentre su EasyJet non sono ammessi animali, ad eccezione dei cani guida o da accompagnamento che possono viaggiare si in cabina ma soltanto sui voli selezionati. Anche con Lufthansa e con Vueling cani e gatti viaggiano in cabina coi padroni in gabbiette di piccole dimensioni (55 x 40 x 23 cm) per un massimo di 8 chili, con KLM fino a 6 chili e con American Airway le misure del trasportino variano a 58,4x33x23.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.