AIFA dispone il ritiro immediato dello spray nasale Locabiotal: “Rischio gravi allergie”

Attenzione allo spray nasale Locabiotal a base di fusafungina commercializzato in Italia il quale è quale ritirato dal mercato perchè ritenuto nocivo per la salute. L’Aifa, ovvero l’Agenzia italiana del farmaco ha disposto proprio in questi giorni il ritiro immediato di uno spray nasale a base di fusafungina e commercializzato in Italia perchè provocherebbe gravi reazioni allergiche ed i rischi per la salute superano i benefici di questo farmaco.

Utile per il “trattamento locale antibatterico ed antiinfiammatorio delle patologie delle vie respiratorie superiori: sinusiti, riniti, rinofaringiti, angine, laringiti, tracheiti”, il farmaco fusafungina è adesso fuorilegge. In realtà l’Aifa ha anche comunicato che in realtà la fusafungina non ha effetti benefici conclamati e nel caso in cui questo spray venga utilizzato per la cura ed il trattamento di riniti, sinusiti e simili i benefici del Locabiotal non possono essere considerati maggiori dei rischi di reazione allergica grave che si corrono inalandola.

L’Aifa ha deciso di ritirare il farmaco in seguito ad alcuni test specifici effettuati che hanno evidenziato in effetti la pericolosità dello spray nasale. Sotto accusa, dunque, sarebbe finitala fusafungina ovvero la sostanza contenuta nel medicinale perchè potrebbe scatenare pesanti reazioni allergiche. Per questi motivi l’Aifa ha avviato la procedura di revoca per il medicinale “Locabiotal 50 mg/5 ml soluzione per via orale e nasale – flacone da 15 ml”, che è l’unico contenente fusafungina autorizzato in Italia.

“Il Gruppo di coordinamento per le procedure di Mutuo riconoscimento e decentrate per i medicinali ad uso umano ha approvato all’unanimità la revoca in tutta l’Unione Europea delle autorizzazioni all’immissione in commercio degli spray a base di fusafungina. La decisione è avvenuta a seguito di una rivalutazione da parte del Comitato di Valutazione dei Rischi per la Farmacovigilanza dell’EMA (PRAC), che ha concluso che i benefici di fusafungina non ne superano i rischi, in particolare per la possibile insorgenza di gravi reazioni allergiche”, si legge in una nota diffusa dall’Aifa. Sulla base di quanto sopra dichiarato il Gruppo di coordinamento per le procedure di Mutuo riconoscimento e decentrate per i medicinali a uso umano ha revocato in tutta l’Unione europea le autorizzazioni all’immissione in commercio degli spray nasali a base di quella sostanza messa sotto accusa ovvero la fusafungina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.