Airbus di Stato acquistato in leasing dagli Emirati di Etihad: “Costa più di 1 milione al mese ma non vola”

Airbus di Stato acquistato in leasing dagli Emirati di Etihad Costa più di 1 milione al mese ma non vola

Continua a destare polemiche l’Airbus di Stato che Palazzo Chigi ha acquistato in leasing dagli Emirati di Etihad, ma che sistematicamente non viene utilizzato.L’aereo si trova in un hanger dell’aeroporto di Fiumicino e non a Ciampino come tutti gli altri aerei di Stato perchè nel caso di voli intercontinentali ha bisogno di una pista più lunga per il decollo.

“Per non fare scali, movente ufficioso dell’acquisto, deve viaggiare appesantito da adeguate scorte di carburante”, è questa la spiegazione data dal Premier Matteo Renzi, che giustifica in questo modo il fatto che l’aereo si trovi fermo nell’aeroporto.

Purtroppo però, questo per le casse dello Stato ha un costo e non indifferente. Si parla di un milione trecentomila euro al mese per non volare ed essere posteggiato nell’aeroporto di Fiumicino, a prendere polvere.Dunque, l’Italia continua a pagare ogni mese una cifra davvero sostanziosa per mantenere l’Airbus acquistato in leasing dagli Emirati di Etihad, mentre questo rimane a terra bloccato dalla burocrazia e non solo, non sembra esserci nessun pilota del 31esimo stormo dell’Aeronautica sembra essere abilitato alla guida dell’Airbus.

Secondo alcuni dati diffusi nelle ultime settimane sembra che al momento l’Italia paghi agli arabi il leasing a cifre davvero piuttosto ingenti, molto al di sopra di quelle di mercato, cui si devono sommare quelle di mercato, ovvero 40 mila euro al giorno. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.