Allarme antrace nella sede di Equitalia di Rovigo

allarme-antrace-imperia-327274-660x368Una busta sospetta è stata recapitata questa mattina intorno alle 10 in via Garessio presso la sede di Equitalia di Imperia questa mattina, sul posto Carabinieri e Vigili del Fuoco si teme possa contenere l’agente patogeno Antrace. Il personale dell’ufficio ha chiamato la sala operativa della Polizia, che ha fatto scattare il protocollo previsto in caso di sospetto attacco chimico. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e una pattuglia della polizia. La squadra ha transennato l’area e ha messo in sicurezza la busta, che è stata inviata al loro laboratorio di analisi per le necessarie verifiche chimiche.

Sono quattro gli impiegati di Equitalia che stamani sono finiti in ospedale a Piacenza per una sospetta contaminazione da antrace, che prosegue situazioni simili cominciate ieri in varie città. “In collaborazione con l’ARPAL si è disposta una verifica della salubrità degli ambienti, al fine di permettere successivamente il rientro delle persone all’interno della struttura e nell’attesa dei risultati, si è disposta l’interdizione agli accessi a mezzo nastro delimitatore bicolore” – afferma Angelo Palmiero. Nessun dipendente è stato sottoposto ad alcun trattamento sanitario.

Sembra essere finita nel mirino la temuta e tanto criticata Equitalia,  visto che nella giornata di ieri alcune buste con polvere sospetta sono state recapitate in tutto il Nord Est e nello specifico a Torino Milano Bologna Aosta Biella e nel cuneese.  Da quanto emerso nella sede di Torino e nello specifico in via Santa Maria 9 sarebbe dovuta intervenire la Digos che una volta accertato quanto accaduto ha avviato la procedura di emergenza per isolare l’edificio e le persone che erano entrati in contatto con la lettera che stando a quanto dichiarato dagli inquirenti conteneva una polverina gialla in un foglio formato A4 con delle frasi farneticanti ed insulti contro l’agenzia di riscossione Equitalia,che proprio negli ultimi giorni il governo ha detto di voler rottamare.

Dall’analisi effettuata sulla busta con polvere sospetta si è potuto appurare che la stessa è stata spedita da Verona ed era regolarmente affrancata con un mittente indicato quale uno studio professionale; apparentemente sembrava essere una semplice busta come tante altre ma quando l’ addetto alla vigilanza l’ha presa per metterla in una busta trasparente ecco che improvvisamente ha cominciato a fuoriuscire una polvere giallastra che ha fatto scattare l’allarme.  Sia l’addetto alla vigilanza che la guardia privata sono stati messi in quarantena così come in tre impiegati delle ufficio smistamento posta fino a quando non arriveranno le analisi dell’Istituto Zooprofilattico di Torino, che nell’ultimo periodo  ha attivato la task force per la lotta al terrorismo; gli esperti stanno analizzando il contenuto dei plichi per individuare possibili tracce di antrace, peste, brucellosi e tularemia, ovvero principali agenti di bioterrorismo indicati dalle organizzazioni internazionali. Stessa storia a Milano, dove  presso una sede Equitalia sita in Viale Dell’Innovazione è giunta una busta contenente polvere gialla di origine ignota,; sono dovuti intervenure intorno alle ore 12.30 i vigili del fuoco con 5 mezzi ed il nucleo NBCR, che hanno provveduto ad isolare il dipendente che aveva recuperato la busta, il quale è stato sottoposto ad immediati controlli.

Allarme anche a La Spezia dove i dipendenti di una sede Equitalia hanno notato nel pomeriggio una busta rettangolare senza mittente e allertati dai casi verificatesi in mattinata in varie città italiane del Nord Ovest ed hanno attivato il protocollo di sicurezza. Anche ad Aosta sono intervenuti i vigili del fuoco ed i carabinieri per una busta contenente una polvere sospetta e recapitata nella sede aostana di Equitalia, sita in Viale Federico Chabod. Qualche ora prima la stessa cosa era accaduta a Biella dove la sede di via Addis Abeba è stata chiusa per sicurezza. Al momento è ancora mistero sugli autori del gesto ma la concomitanza dell’arrivo delle buste in tutte e sei le sedi di Equitalia fanno pensare ad un mandate e un obiettivo comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.