Allarme Isis, possibili nuovi attentati terroristici nel cuore dell’Euorpa

Purtroppo continua a crescere l’allerta terrorismo non solo in Italia ma anche in tutta Europa. E’ questo quanto dichiarato nella giornata di sabato dal Premier Francese Manuel Valls a Monaco in occasione dei lavori della Conferenza per la Sicurezza. ” Siamo in una guerra perchè il terrorismo ci combatte. Ci saranno altri attacchi e grandi attentari, questo è certo.La minaccia non diventerà minore, anche se noi lo vorremmo”, ha dichiarato il Premier francese Manuel Valls.

Purtroppo l’emergenza riguarda tutti, nessun Paese escluso, e la minaccia dell’Isis rappresenta il filo rosso che tiene unita la comunità internazionale nella paura. Purtroppo da quanto emerso dal discorso del Premier Manuel Valls, sarebbe il caso di non farsi illusioni perchè purtroppo la battaglia al terrore durerà molto a lungo, forse anche un’intera generazione. “Noi dobbiamo dire la verità alla nostra gente”, ha dichiarato il Premier il quale ha dichiarato queste parole in un altro passaggio della sessione dedicata ai primi ministri.

«Siamo entrati, ne siamo tutti consapevoli, in una nuova era caratterizzata da una presenza perdurante di una sorta di iper-terrorismo. Dobbiamo essere pienamente consapevoli della minaccia e reagire con grande forza e grande lucidità. Questo iper-terrorismo è destinato a durare»,ha dichiarato Valls.Quella che la comunità internazionale è chiamata a condurre contro l’Isis è un novo tipo di guerra, una guerra senza regole, nella quale contro il nemico non è possibile alcun forma di diplomazia.Per combattere questo iperterrorismo, è importante utilizzare e mettere in campo la massima determinazione e servono per questo le migliori strategie contro la radicalizzazione. ” Esiste questa fascinazione ideologica, ci sono migliaia di estremisti in Francia, anche tante donne”. La Turchia e l’Arabia Saudita sono pronte alla guerra, infatti da parte del governo di Ankara ci sarebbe l‘ok per l’invio di truppe di terra nella guerra contro lo Stato islamico.

La notizia è stata diffusa nella giornata di ieri dal ministro degli esteri turco, Mevlut Cavusoglu, che tra l’altro ha confermato di avere raggiunto a riguardo un’intesa con il governo saudita.Intervenuto sulla questione anche Medvedev, il quale ha chiesto un migliore dialogo tra est ed ovest ed ha citato uno storico incontro avvenuto nei giorni scorsi all’Avana tra papa Francessco ed il Patriarca della chiesa Ortodossa Kirill.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.