Allarme Pesce palla maculato”Non mangiatelo, è tossico”

0

Allarme pesce palla nelle acque e spiagge italiane, è molto tossico ecco cosa rischiamo

La stagione estiva è ormai alle porte e dunque manca davvero poco al ritorno sulle spiagge e di conseguenza al primo bagno al mare. E’ importante informarvi sul fatto che questa estate bisognerà fare particolarmente attenzione quando si entrerà in acqua, ma non per le meduse come stiamo soliti fare, ma per la presenza nelle acque italiane di un pesce, considerato purtroppo tossico.

Di che pesce si tratta? Stiamo parlando del pesce palla, avvistato in diverse zone d’Italia e che purtroppo da quanto emerso potrebbe arrecare danni alle persone. Ma cerchiamo di capire cosa provoca e soprattutto le zone dove sarebbe concentrata la maggior presenza di questo pesce. Il suo nome non è pesce palla, ma Lagocephalus sceleratus, e si tratta di un pesce dalle forme piuttosto strane, e considerato tossico dagli esperti e questo sta a significare che se dovesse finire sulle nostre tavole e soprattutto nei nostri piatti, questo potrebbe diventare un serio problema per la nostra salute.

Ovviamente gli esperti non parlano di tutti i pesce palla, ma soltanto di una particolare specie, quella maculata entrato a far parte del nostro ambiente marino ben 13 anni fa, a causa del riscaldamento globale. Come abbiamo anticipato la prima specie di pesce palla era stata avvistata nel mediterraneo da dove poi era entrata attraversando il canale di Suez ed in pochi anni ha invaso completamente buona parte del settore orientale e del nostro mare, rappresentando ad oggi un problema ecologico ma anche economico non solo in Italia ma anche in altri paesi tra i quali la Grecia, il Cipro, la Turchia, il Libano, l’Israele e l’Egitto. Soltanto nelle ultime settimane è stato lanciato l’allarme dall’Ispra,che lo scorso 15 aprile ha ricevuto la segnalazione dell’avvistamenti di un esemplare che è stato catturato in un secondo momento nelle acque vibonesi, nel Comune di Briatico in Calabria.

I pesci palla si riconoscono facilmente per la pelle senza squame e per le mandibole provviste di due grandi denti molto taglienti; in particolare il maculato prende il nome dalla tipica presenza di puntini scuri sul dorso. Il pesce è stato catturato grazie alla campagna di informazione messa in atto dall’Ispra che ha permesso così di individuare la specie del pesce in questione considerato tossico. Il Lagocephalus sceleraturs è considerato tossico perchè da quanto sembra è responsabile di importanti intossicazioni alimentari talvolta anche fatali, in alcuni paesi tra i quali Grecia, Cipro, Turchia, Libano, Israele ed Egitto. La tossina contenuta all’interno del pesce,sembra che non muoia anche dopo averlo cotto, e questo è l’aspetto che maggiormente preoccupa gli esperti. Nel caso in cui i pescatori dovessero dunque pescare questo tipo di pesce, sono stati invitati dall’Ispra a separarlo dalle altre catture, congelarlo ed inviare la segnalazione al seguente indirizzo mail: pescepalla@isprambiente.it

UNA SPECIE TOSSICA – Entrato in Mediterraneo dal Canale di Suez nel 2003, il pesce palla maculato è una specie tropicale tra le più invasive dei nostri mari, ha colonizzato buona parte del bacino orientale ed è attualmente in espansione geografica. Come spiega l’Ispra si distingue facilmente da altri pesci palla per la presenza di macchie scure sul dorso.

E’ stato responsabile di severe intossicazioni alimentari (compresi alcuni rari casi fatali) in Paesi come Grecia, Cipro, Turchia, Libano, Israele, Egitto. Si tratta di una specie tossica, anche se cotta. Il consumo di questo pesce ha già fatto registrare numerosi decessi nel Mediterraneo orientale.

Rispondi o Commenta