Allerta terrorismo in Germania: fermati tre sospetti algerini, progettavano attentati a Berlino

E’ ancora allerta terrorismo in tutto il mondo, in particolar modo in Europa dove diverse operazioni di polizia negli ultimi mesi hanno permesso di sventare diversi attentati terroristici che stavano per essere preparati. L’ultimo attentato sventato è stato scoperto nella giornata di ieri in Germania; la polizia tedesca ha condotto infatti una vasta operazione in diverse località del paese con centinaia di agenti impegnati nella ricerca di quattro sospettati di legami con lo stato islamico. I quattro soggetti, inoltre, secondo quanto emerso dalle indagini sembra che nell’ultimo periodo erano stati impegnati nella preparazione di una serie di attentati a Berlino.

Delle quattro persone sospettate, tre sono risultate essere di origine algerina e sono state arrestare; nello specifico un algerino viveva in un centro per rifugiati ad Attendorn, ad 80 chilometri da Colonia. L’uomo nello specifico sarebbe sospettato di affiliazione allo stato islamico, e da quanto sembra si sarebbe formato in Siria mentre gli altri due algerini sono stati arrestati a Berlino dove sembra vivessero da diverso tempo.”Ai sospettati è stata contestata la potenziale preparazione di un attacco a Berlino. I telefoni cellulari e altri materiali sequestrati durante le perquisizioni a Berlino, ad Hannover, in Bassa Bassonia e Attendom, nella Renania-Nord Westfalia vengono analizzati per determinare se l’attentato fosse effettivamente programmato e quale fosse l’obiettivo”, ha dichiarato Martin Steltner per conto della procura.

” Al momento manca la cosiddetta pistola fumante”, la prova inconfutabile di un piano terroristico in atto. Alle perquisizioni hanno preso parte 4500 agenti di polizia. Non sarebbero state trovate armi, né esplosivi. Quanto alle indiscrezioni sui legami tra almeno un algerino e i fondamentalisti belgi responsabili degli attentati di Parigi, un portavoce della polizia si è limitato a dichiarare che “questo è uno degli aspetti che stiamo verificando”,ha aggiunto il portavoce della procura. Sempre nella giornata di ieri, la polizia ha fermato e poi rimesso in libertà altri due sospettati sempre algerini. Gli uomini erano tenuti sotto controllo dalla polizia, e solo quando questi hanno smesso di comunicare tra loro sull’attentato si è temuto che potessero aver concluso il piano e che quindi fossero stati pronti a mettere in atto l’attentato, motivo per il quale la polizia ha deciso di agire immediatamente.

Da quanto emerso, sembra che gli obiettivi degli attentati in primo luogo figurava il Checkpoint Charlie ovvero il più famoso posto di blocco delle forze alleate tra Berlino est e Berlino ovest dal 1961 al 1990, ed anche l’Alexanderplatz di Berlino; inoltre, dalle indagini si è potuto anche capire che dietro l’attentato di Berlino vi era un gruppo dirigente dell’Isis in Siria, il quale sembra essere stato la mentre degli attentati dello scorso 13 novembre a Parigi. Alla luce di quanto accaduto fino alla giornata di ieri in Germania, è facile capire che l’allerta terrorismo in Europa è purtroppo sempre ai massimi livelli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.