Amazon torna la suo passato, pronta ad aprire 400 librerie fisiche

Un nuovo ed interessante progetto quello annunciato da Amazon proprio negli ultimi giorni. Il colosso internazionale ha annunciato la volontà di voler aprire ben 400 librerie; in realtà si tratta di una notizia buttata li senza specificare quando ne tanto meno dove, o quali sono gli obiettivi. Al momento ciò che si sa è che il colosso ha progettato l’apertura di vari punti vendita di cemento e mattoni, tanti punti vendita, da un minimo di 300 ad un massimo di 400.

La notizia è arrivata da Sandeep Mathrani, ovvero l’amministratore delegato della statunitense generale Growth properties, ovvero la società immobiliare che possiede e gestisce centri commerciali in tutti gli Stati Uniti. Il realtà Amazon già lo scorso mese di novembre aveva aperto una libreria nel centro commerciale University Village di Seattle proponendo tra l’altro un modello di business che non prevede alcun tipo di variazioni a livello di costi rispetto all’acquisto online.

Inoltre, al fine di poter mantenere il costo di vendita della libreria fisica con quella online, i clienti possono decidere di utilizzare un’applicazione che permetterà loro di conoscere il giusto prezzo dei libri.“L’idea potrebbe essere quella di creare degli spazi iconici del marchio sulla scia di quanto fatto da Apple con i suoi store in giro per il mondo“, fanno sapere gli esperti. Intanto al momento si tratta di un’indiscrezione, visto che il colosso non ha ancora confermato nulla di quanto sopra detto anche se nei giorni scorsi Sandeep Mathrani, ovvero l’amministratore delegato di General Growth Properties che gestisce spazi in tutti gli Stati Uniti nel rispondere ad alcune domande poste dagli analisti in riferimento al traffico pedonale nei centri commerciali nel corso do una Conference call di febbraio avrebbe dichiarato quanto segue:

” Il loro obiettivo è quello di cercare di aprire, a quanto ho capito da 300 a 400 librerie“.Dunque, un progetto molto ambizioso quello del colosso che ha deciso così di passare ai fatti, aprendo ben 400 librerie che daranno la possibilità agli utenti di poter visionare e sfogliare i libri prima di poterli acquistare. Non resta che attendere ulteriori conferme o smentite direttamente dall’azienda, per capire se si tratta di un progetto realizzabile ed anche i tempi di realizzazione.

Per Amazon un’esistenza nelle grandi città serve anche ad accrescere il marchio. Ma c’è anzitutto una deduzione logistica: un’attività può aggregare in un unico. Centinaia di consegne. Educare milioni di clienti alla consegna in poche giorni ed ore all’indubbio beneficio di convincere il consumatore, ma anche l’ingrato dovere di coccolarlo e pagare per consegne limitate. L’ossessione di Bezos e costantemente di ingrandire la torta della vendita on-line e la propria quota di mercato, ma gli investitori vogliono anche guadagnare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.