Antonio Marrese, iil prete che accolse Papa Francesco è finito nei guai: accusato di molestie ad un militare

Antonio Marrese, iil prete che accolse Papa Francesco è finito nei guai: accusato di molestie ad un militare

Indagato per calunnia e stalking l’ex vicerettore del Santuario di Pompei, ovvero Antonio Marrese originario di Picerno in provincia di Potenza. Le accuse sono state mosse dalla Procura di Massa Carrara, secondo la quale il sacerdote in questione, ovvero Antonio Marrese che andato via un anno fa da Pompei voleva costringere con ricatto un giovane militare a rapporti sessuali.

Il prete è stato rimosso dall’incarico da cappellano della 46esima Brigata Aerea di Pisa, ruolo che ricopriva dallo scorso mese di giugno del 2015 dopo aver trascorso esattamente 15 anni nel santuario di Pompei ed aver accolto e curato le visite di Giovanni Paolo II.

“L’auspicio che l’operato della magistratura, nella quale si ripone piena fiducia, porti ad un rapido accertamento della verità che sta a cuore a tutti. Il sacerdote ha lasciato Pompei da circa un anno“, si legge in una nota diffusa dalla Curia di Pompei.La denuncia è stata presentata da un giovane militare originario di Boscoreale ma in servizio a Pisa.

“In ogni caso allo scopo di rendere più liberi gli accertamenti della magistratura, il vescovo ha invitato il sacerdote ad astenersi dall’esercitare pubblicamente il ministero sacerdotale. Non si può nascondere, perché è vivo il dolore che provoca l’accostamento del Santuario di Pompei con notizie di questo tipo”, si legge ancora nella nota diffusa dalla Procura di Potenza. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.