Apple, arriva a Napoli la prima iOS Academy: da ottobre il primo corso per 200 studenti all’’Università Federico II

Apple, arriva a Napoli la prima iOS Academy da ottobre il primo corso per 200 studenti

Una grande novità per tutti gli appassionati della tecnologia, ma soprattutto per coloro i quali avendo la passione vogliono aumentare le proprie conoscenze e competenze. Da quanto è emerso Cupertino sembra abbia deciso in seguito ad alcuni sopralluoghi condotti nella città partenopea di lanciare la iOS Academy, ovvero la prima scuola per sviluppatori della mela morsicata in Europa.

L’accademia,stando a quanto emerso sarà aperta a San Giovanni a Teduccio, nel polo di ingegneria costruito negli ex capannoni Cirio; la notizia è stata annunciata attraverso un comunicato stampa, direttamente dall‘Università Federico II. La notizia, inoltre, sembra essere stata confermata anche dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi ricordando nel contempo la visita di Tim Cook a Palazzo Chigi avvenuta lo scorso mese di gennaio. Il progetto sarà avviato il prossimo mese di ottobre, come anticipato presso il nuovo campus a San Giovanni a Teduccio, e sembra che al primo corso che avrà una durata di ben nove mesi, parteciperanno almeno 200 studenti; il corso sarà interamente supportato da Apple.

Durante il primo semestre, i corsi si pongono l’obiettivo di migliorare ed elevare le competenze degli studenti nello sviluppo su iOS, durante il secondo semestre invece gli studenti avranno la possibilità di partecipare a corsi sulla creazione di start up e progettazione di app, e collaboreranno fra loro per la creazione di app che potrebbero eventualmente arrivare all’App Store.Sembra, inoltre, che l’Università Federico II abbia in mente di assumere degli insegnanti per l’Accademia nei prossimi mesi, con profili che vanno da sviluppatori esperti di app a designer e docenti di programmazione. I docenti che desiderano candidarsi potranno consultare il sito www.unina.it. La notizia dell’apertura dell’iOS Academy è stata commentata dall’italiano Luca Maestri, Cfo del colosso di Cupertino, il quale ha dichiarato: “Siamo veramente felici di lavorare con l’Università di Napoli Federico II.Alcuni degli sviluppatori più creativi al mondo arrivano dall’Europa e siamo certi che questo centro aiuterà la prossima generazione ad acquisire le competenze necessarie per avere successo”.

Intervenuto sulla questione, in risposta a Luca Maestri, anche il rettore dell’Università Federico II, ovvero Gaetano Manfredi il quale ha dichiarato: “Con questa iniziativa Federico II continua a rispondere alle esigenze formative legate alle nuove tecnologie, che devono rappresentare un complemento ai programmi tradizionali che la nostra Università continuerà ad offrire con lo stesso impegno e la stessa qualità di sempre. Siamo lieti che Apple ci abbia scelto come partner per creare la iOS Developer Academy e non vediamo l’ora di lavorare con l’azienda nella selezione di studenti e docenti per questo corso eccezionale”. Possiamo concludere parlando dell‘obiettivo di tale progetto che corrisponde a quello di contribuire ad aumentare il numero di sviluppatori di applicazioni con un livello superiore di preparazione, in Italia ed Europa.

Dopo molti annunci, dall’Università di Napoli Federico II arriva il primo segno che la iOS Developer Academy di Apple diventerà una realtà. Aprirà infatti nell’ottobre 2016 con 200 studenti iscritti al primo anno, ma dal secondo anno i posti saranno 400, quando saranno disponibili tutte le infrastrutture.

Gli studenti parteciperanno a un programma di nove mesi su un curriculum elaborato con l’azienda di Cupertino all’interno del nuovo Campus di San Giovanni a Teduccio, dove saranno disponibili laboratori ad altissima tecnologie, oltre che i più recenti hardware e software di Apple. La partnership consentirà loro di acquisire le competenze teoriche e pratiche per sviluppare app in un ecosistema mobile vitale e ricco. In questo modo si confermerà la tradizione di eccellenza nell’insegnamento e nella ricerca della prima Università statale del mondo, fondata nel 1224.

Durante il semestre iniziale i corsi avranno l’obiettivo di migliorare ed elevare le competenze degli partecipanti nello sviluppo software su iOS; nel secondo gli studenti parteciperanno a corsi sulla creazione di start up e progettazione di app, e collaboreranno fra loro per la creazione di app che potrebbero eventualmente arrivare all’App Store.

Il programma sarà aperto a studenti provenienti dall’Italia e da tutta Europa, con borse di studio disponibili per coloro che potrebbero avere necessità di supporto economico, e saranno disponibili anche posti nelle residenze universitarie dell’Ateneo Federiciano.

I candidati dovranno superare un test online in italiano o in inglese, cui seguirà un colloquio. Non è necessaria una formazione in information technology, perché il corso è progettato per candidati provenienti da diversi settori. La procedura di iscrizione sarà resa nota entro un paio di settimane. L’Università di Napoli Federico II ha anche in programma di assumere insegnanti per l’Academy nei prossimi mesi: si cercano sviluppatori esperti di app, designer e docenti di programmazione.

«Siamo molto soddisfatti – ha commentato il premier Matteo Renzi su Facebook – perché una delle più importanti aziende globali ha deciso di investire al Sud, a Napoli, nel capitale umano, nei talenti straordinari dei nostri ragazzi. Se anche noi la smettiamo con il racconto senza salvezza del Sud e valorizziamo le eccellenze che sono così numerose, ce la possiamo fare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.