Ariccia, tenta il suicidio dal ponte: Salvata da un pompiere dopo una lunghissima trattativa

Ariccia, 21enne tenta di buttarsi dal ponte: dopo una lunga trattativa viene salvata dai pompieriStava per compiere un folle gesto ovvero quello di saltare da un ponte per togliersi la vita ma per fortuna i vigili del fuoco sono riusciti ad intervenire in tempo e ad evitare dunque che avesse luogo la tragedia.

Il fatto è nello specifico accaduto nel pomeriggio di ieri, lunedì 30 maggio 2016, ad Ariccia, comune italiano di 19,449 abitanti della città metropolitana di Roma Capitale nel Lazio, dove una ragazza di soli 21 anni ha provato a togliersi la vita minacciando di gettarsi nel vuoto, giù dal ponte. La giovane infatti aveva già oltrepassato le reti di sicurezza posizionate sul ponte della SS7 via Appia proprio per evitare che si potessero ancora verificare casi del genere e a notare che qualcosa non andava e che la ragazza fosse pronta a compiere un folle gesto ecco che è stata proprio una volante del commissariato di Albano Laziale che per fortuna è intervenuta immediatamente.

La volante in questione ha infatti, immediatamente dopo essersi resi conto di ciò che stava per accadere, allertato i soccorritori ed ecco che proprio poco dopo sul posto sono arrivate cinque squadre di vigili del fuoco i quali, a loro volta, hanno davvero fatto il possibile per salvare la vita della giovanissima donna ed evitare che potesse avere luogo l’ennesima tragedia. Le cinque squadre di Vigili del Fuoco, una volta arrivati sul posto, hanno subito trovato il modo per avvicinarsi alla ventenne pronta a compiere il folle gesto e dopo averle parlato molto a lungo, ed esattamente circa un ora e mezzo, ecco che sono fortunatamente riusciti a convincere la giovane a desistere e dunque a pensare bene a quello che era pronta a fare.

Dopo un ora e mezzo circa di trattativa ecco che per fortuna i vigili del fuoco sono riusciti a convincere la ragazza che ha dunque rinunciato alla terribile idea di gettarsi da un ponte alto circa 60 metri e lanciarsi dunque nel vuoto mettendo così un punto alla sua giovane vita.

E proprio mentre i vigili del fuoco tentavano di convincere la ragazza a non buttarsi dal ponte ecco che proprio alla base del medesimo ponte sono arrivati i Vigili del Fuoco di Roma con il materasso, per attutire una eventuale caduta, quelli di Marino con la partenza 15/A e gli specialisti del SAF di Roma. Alla scena hanno assistito, in ansia, centinaia di persone e proprio quando dopo un’ora e mezzo di convincimento la ragazza di soli 21 anni ha fatto un passo indietro ed è stata poggiata a terra, in sicurezza, ecco che è partito un grosso applauso di sollievo da parte di tutte le persone presenti. La ragazza successivamente è stata affidata, in evidente stato di shock, alle cure dell’auto-medica che nel frattempo era intervenuta sul posto.

Un copione visto e rivisto ma questa volta con il lieto fine. Ancora un tentativo di suicidio dal Ponte di Ariccia ai Castelli Romani, dove nel primo pomeriggio di oggi una giovane 20enne di Monterotondo ha tentato l’estremo gesto minacciando di gettarsi nel vuoto dopo aver oltrepassato le reti di sicurezza messe sul ponte della SS7 via Appia proprio per scoraggiare il fenomeno dei suicidi. A notarla una volante del commissariato di Albano Laziale che ha subito allertato i soccorritori.

IMBRACATA E SALVATA – Sul Ponte di Ariccia sono quindi arrivate cinque squadre dei vigili del fuoco che sono riusciti a raggiungere la ragazza, una 20enne eretina, ed a farla desistere dai propri intenti. Imbracata dai pompieri la giovane è stata quindi messa in salvo sulla strada e poi affidata in stato di choc alle cure dell’automedica intervenuta sul posto.

 Lunghissimi minuti di terrore: vuole farla finita forse per una delusione d’amore. Poi il salvataggio Lunghi drammatici minuti di trattative oggi alle 14 per convincere una 21enne di Monterotondo che si era calata sulle reti di protezione delPonte di Ariccia, a desistere dal suo desiderio di suicidarsi.

Sul posto la polizia, i carabinieri ed i vigili del fuoco che hanno a lungo tentato di far recedere la giovane dal suo intento. Da quel poco che si riesce ad apprendere la ragazza – che nella foto si vede chiaramente stare seduta proprio sul bordo della rete, nel punto più alto delponte, ad un passo dal baratro – avrebbe voluto compiere l’insano e fatale gesto per una lite familiare.

Per le operazioni di salvataggio la polizia locale di Ariccia ha provveduto a chiudere al transito veicolare il Ponte monumentale.

Con la ragazza ha parlato per prima l’assistente capo della polizia di Albano, Rita Petrone che aveva appena staccato dal lavoro e che ha cercato di rassicurare la giovane mentre sul posto arrivavano anche la polizia di Stato, i carabinieri di Ariccia e la polizia locale. Tutti si sono messi in contatto con la ragazza, con cautela, cercando di convincerla a non gettarsi: nel frattempo ai piedi del Pontesi portavano i vigili del fuoco di Marino e il nucleo alpino e fluviale di Roma che hanno anche allestito i materassi per attutire un’eventuale caduta.

Con la ragazza ha a lungo parlato anche il caposquadra dei vigili del fuoco di Marino, Stefano Pucci che insieme alla Petrone e all’assistente capo della polizia Mirko Cataldo sono riusciti a calmare la ragazza consentendo ai vigili del fuoco Maurizio Persieri del Saf e Luca Pizzicanella di Marino di calarsi sulla rete e di metterla in sicurezza dopo averla rassicurata. Al momento del salvataggio la folla che si era radunata sul posto è esplosa in un applauso di liberazione.

La giovane è stata trasportata dal 118 al Pronto soccorso di Albano Laziale dove è arrivata in stato di choc dopo aver pianto a lungo. Nel frattempo da Monterotondo sono arrivati i genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *