Arriva il congedo mestruale, giorni di riposo per le donne che soffrono dei dolori da ciclo

Una grande notizia per le donne, le quali potrebbero finalmente ricorrere a quello che è stato chiamato congedo mestruale. E’ questo quanto annunciato dal Coexist di Bristol che ha deciso di concedere il congedo mestruale alle sue dipendenti. Lo sanno bene le donne, quanto il ciclo mestruale possa davvero risultare fastidioso ed in un certo senso quanto possa portare sofferenze procurando dolori e spossatezza che rendono difficile fare la qualsiasi cosa ed anche concentrarsi sul lavoro.

A tal riguardo Coexist di Bristol che ha organizzato per il prossimo 15 marzo un seminario sull’argomento proprio per cercare di porre l’attenzione su questa tematica esclusivamente femminile. La Coexist fa sapere di essere la prima azienda a concedere il congedo mestruale nel Regno Unito mentre il primo paese ad introdurlo in assoluto è stato il Giappone nel 1947, seguito poi dalla Corea, Filippine, Taiwan, Hong Kong e Cina.

Il congedo per mestruazioni permette alle donne lavoratrici di prendersi giorni di riposo oppure la possibilità di lavorare con maggiore flessibilità per le donne quando soffrono di dismenorrea. “Vogliamo creare un ambiente lavorativo più felice e più sano”, dichiara la Baxter. Alcuni hanno sostenuto che si tratta di un provvedimento discriminatorio, ma proprio a queste persone, la Baxter risponde in questo modo: “quando le donne hanno il ciclo sono come in letargo invernale, hanno bisogno di guarire, stare al caldo, nutrire il loro corpo. Ma l'”estate” dei loro corpi, immediatamente dopo il ciclo, è un momento in cui sono tre volte più produttive del solito”. Intanto ad oggi non è stata rintracciata un’unica causa o origine medica di questo dolori, a meno che non ci si trovi davanti ad un caso di endometriosi che è solo una della più frequente delle cause possibili. Purtroppo è stato stabilito però che almeno una donna su 5 nel mondo soffre di dolori mestruali durante i giorni del ciclo, una volta al mese.

“Molte dipendenti si sentono in colpa e in imbarazzo a mettersi in malattia per qualcosa che le mette fuori uso una volta al mese e quindi piuttosto tendono a nasconderlo”, ha dichiarato la Coexist. Stando ad alcuni dati diffusi dal servizio sanitario britannico, circa il 90% delle donne soffre di dolori mestruali ed il 14% di loro risulta incapace di condurre qualsiasi attività sopratutto durante i primi giorni in cui il dolore è molto intenso.”Si sentono in colpa e in imbarazzo a mettersi in malattia per qualcosa che le mette fuori uso una volta al mese e quindi piuttosto tendono a nasconderlo”, riferisce l’imprenditrice riferendosi alle sue dipendenti. Negli ultimi giorni a parlare di congedo mestruale è stato il professor John Guilleaud della University College London insieme ad altri medici prevalentemente uomini che hanno condotto ricerche in merito. Si tratta di una vera e propria rivoluzione,visto che fino ad ora ad interessarsi di questa tematica erano state le donne, mentre questa volta è stato un uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.