Avezzano, ragazza incinta rimasta coinvolta in una lite tra vicini: perde il bambino

0

Avezzano, ragazza incinta rimasta coinvolta in una lite tra vicini: perde il bambino

Davvero incredibile quanto accaduto nella giornata di ieri ad Avezzano, dove una ragazza di 23 anni, incinta di tre mesi, è rimasta gravemente ferita perché coinvolta in una furibonda lite in centro tra vicini di casa ed un operaio scoppiata per l’accensione di un fuoco in cortile. La giovane ragazza di 23 anni, incinta di tre mesi, sarebbe rimasta coinvolta nella furibonda lite e purtroppo a causa di alcune ferite riportate, la donna ha pero il bambino.

La lite è avvenuta nella giornata di sabato in via Crispi al civico 48; intervenute le forze dell’ordine, queste hanno provveduto ad arrestare l’operaio Danilo Tatangelo, Alessandro Vigliotti entrambi di Avezzano, ed ancora il marocchino Abdellah El Monthassir. I tre che nello specifico, sono finiti agli arresti domiciliari, sono accusati di rissa pluriaggravata per aver cagionato un aborto.

Le forze dell’ordine stanno effettuando una serie di accertamenti per chiarire se la perdita del bambino che la giovane donna portava in grembo è la conseguenza della rissa avvenuta sabato pomeriggio. La pattuglia della squadra volante, intervenuta per prima, ha trovato 5 individui, tre uomini e due donne, fortemente provati da una pregressa violenta colluttazione nella quale si erano colpiti a vicenda.Come abbiamo anticipato, la lite sarebbe avvenuta tra vicini di casa, a causa del rogo appiccato da Tatangelo, chiamato da una donna che ha un negozio in quella strada; la discussione sarebbe sorta tra la moglie incinta dello straniero, e l’operaio poi subito dopo la situazione purtroppo sarebbe degenerata tanto da richiedere l’intervento del marito della donna incinta e di un altro residente, Vigliotti, il quale è intervenuto per mettere la pace.

Pare, sia intervenuta una quinta persona, ovvero la commerciante che aveva chiesto di bruciare sterpaglie e materiale vario, rimasta ferita. Inizialmente le persone coinvolte nella lite pare abbiano fatto volare soltanto insulti, ma nel giro di pochi minuti la situazione sarebbe degenerata al punto di arrivare alle mani. Sono rimasti feriti tutti i protagonisti della lite, ma fortunatamente non in modo grave; solo la giovane ragazza marocchina pare abbia subito le conseguenze più terribili, visto che è stata immediatamente trasportata all’ospedale di Avezzano nel reparto di Ostetricia e ginecologia, dove i medici hanno accertato il decesso del feto.

Rispondi o Commenta