Avezzano, spacciatore scambia cocaina con agnello vivo: ‘Aveva fame’

0

Ha dell’incredibile quanto accaduto ad Avezzano, comune italiano della provincia dell’Aquila in Abruzzo, dove uno spacciatore ha venduto della cocaina ricevendo in cambio non dei soldi ma un agnello vivo. A raccontare la vicenda è stato il legale dello spacciatore di origine marocchina, l’avvocato Motta, il quale nel corso di un’intervista rilasciata a Radio Cusano Campus ha raccontato che un giovane ha acquistato dallo spacciatore due dosi di cocaina ma ,non avendo i soldi per poterla pagare ha proposto allo spacciatore uno scambio ovvero un agnello in cambio della cocaina. Lo spacciatore, pur di riuscire a mangiare qualcosa, ha accettato il “baratto” e così il ragazzo ha rubato dall’allevamento del padre un agnello e lo ha consegnato nelle mani dello spacciatore.

Alcune ore dopo il padre del ragazzo che aveva rubato l’agnello ha lanciato l’allarme in seguito al quale le forze dell’ordine si sono recate presso l’abitazione dello spacciatore trovando l’animale già macellato, pronto per essere cucinato e consumato. L’agnello è stato sequestrato come “provento di un’attività illecita” e successivamente affidato all’Asl nell’attesa che abbia inizio il processo.

Una storia questa che ha dell’incredibile e che ha lasciato senza parole lo stesso legale precedentemente nominato, ovvero l’avvocato Motta, il quale nel corso dell’intervista rilasciata ha raccontato che in tutta la sua carriera non gli era ancora capitato di vedere una storia del genere.

Rispondi o Commenta