Aviano, giovane sergente USA sparito nel nulla: fuga o suicidio?

0

Aviano, giovane sergente USA sparito nel nulla: fuga o suicidio?

Cresce la preoccupazione per la sorte di HAlex HAle il sergente addetto alle comunicazioni nipote USAF di Aviano in provincia di Pordenone, giovane ventiquattrenne scomparso 9 giorni fa, il quale dopo aver terminato il servizio si era recato a Sacile per cenare in compagnia di alcuni amici. Stando a quanto emerso sembra che il giovane sergente dopo la cena avrebbe dovuto raggiungere un altro amico ma è sparito senza lasciare alcuna traccia. “Abbiamo bevuto molto, io sono crollato a letto e quando mi sono svegliato Halex non c’era più”, ha raccontato il compagno di serata agli investigatori. Le forze dell’ordine hanno cercato il sergente americano per più di 5 giorni battendo canali, campagne, sentieri senza purtroppo trovare alcuna traccia che potesse riportare il 24enne; inoltre gli inquirenti hanno sentito amici parenti fidanzata colleghi di lavoro per cercare di raccogliere più informazioni ed elementi possibili ma ad oggi tutte le piste sono aperte.

La Procura di Pordenone ha fatto sapere di essere pronta ad aprire un fascicolo contro ignoti ed a tal riguardo il procuratore Marco Martani intervenuto nella giornata di ieri ha dichiarato che se la cosa non si dovesse risolvere bisognerà obbligatoriamente occuparsene.Gli inquirenti intanto ipotizzano che il giovane sarebbe potuto finire dentro un canale vicino alla casa del soldato che finisce nel fiume Livenza e proprio l’investigatore sembra abbia avanzato tale ipotesi ricordando che la sera della scomparsa di quella dell’acqua era piuttosto alto e il Livenza gonfio e l’impetuoso. “Senza appigli, difficilmente si riesce a risalire”, ha dichiarato l’investigatore. Le squadre di soccorso composta da 150 persone fra sommozzatori dei vigili del fuoco unità cinofila anche una settantina di connazionali hanno setacciato la zona così come altri 15 km di fondali del Livenza sono stati passati al setaccio fino ai confini con il Veneto ma purtroppo le ricerche non hanno portato nessun risultato, soltanto sulla riva del canale di Sacile i carabinieri hanno ritrovato delle lattine di birra americana.

Il capitano Michele Grigoletto, comandante della Compagnia dei carabinieri di Sacile, ha spiegato che si sono concentrate su un’area molto estesa vicino al fiume Livenza dove si teme che il militare Usa possa essere caduto dopo essere scivolato in un canale.Tra le tante ipotesi gli investigatori non escludono quella del suicidio anche se resta comunque improbabile che il giovane abbia tentato di togliersi la vita perché non sembra soffrisse di depressione in una mai dato segnali di stabilità. Sembra inoltre esserci anche un’altra pista ovvero quella della fuga visto che nelle scorse settimane il sergente che era entrato nel Air Force all’età di 18 anni e che ad Aviano si occupava di comunicazione del Fighters Wing ovvero l’unità di volo, aveva ricevuto la vita di una nuova missione all’estero ma pare che lo stesso non abbia tradito la destinazione ed avrebbe conquistato il suo disappunto ad alcuni commilitoni.

Rispondi o Commenta