Bambina di 6 anni sorda dalla nascita riacquista l’udito a Lourdes: Unitalsi grida al miracolo

Bambina di 6 anni sorda dalla nascita riacquista l'udito a Lourdes Unitalsi grida al miracoloSta commuovendo moltissime persone, nelle ultime ore, la bellissima storia che vede protagonista una bambina di soli sei anni, sorda dalla nascita e che, come per miracolo, è riuscita a riacquistate l’udito proprio in seguito ad un viaggio a Lourdes con la sua famiglia.

Ma vediamo nello specifico quanto accaduto. La piccola in questione nata di 800 grammi, a 26 settimane il giorno di Natale del 2009, ha trascorso ben tre mesi presso l’Ospedale Gaslini di Genova e per salvarle la vita i medici le hanno dato delle medicine che, per disgrazia, le hanno provocato alcune emorragie cerebrali che le hanno compromesso i canali uditivi. In seguito a tutto ciò la piccola è stata sottoposta ad una serie di esami specifici che hanno confermato la sordità profonda, ad entrambe le orecchie, per la piccola che oggi, a sei anni, è finalmente riuscita a sentire per la prima volta senza gli apparecchi acustici. Il tutto è accaduto proprio in seguito ad una visita a Lourdes, nell’ambito di un pellegrinaggio organizzato dalla Sezione Lombarda dell’Unitalsi ovvero Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali, che la piccola ha fatto insieme alla mamma, alla nonna e al fratellino. Il ‘miracolo’ che vede protagonista la piccola di sei anni ha avuto luogo proprio lo scorso mercoledì sera, 11 maggio 2016, e a raccontare quanto accaduto è stato proprio il presidente della sottosezione Unitalsi di Milano Sud-Ovest il quale ha nello specifico dichiarato “Sono le 20,30 e stavamo giocando con la bimba, quando dico alla piccola che non posso più giocare con lei perché un impegno mi attende, torna dalla mamma e la vedo togliersi gli apparecchi acustici senza i quali è condannata alla sordità. All’invito della madre a rimetterli, risponde: ‘Ci sento bene, non mi servono più”.

Successivamente la piccola è stata immediatamente trasportata presso il Bureau des Constatations Médicales di Lourdes, continua l’Unitalsi concludendo poi sottolineando che proprio “Bureau des Constatations Médicales di Lourdes che ha richiesto tutta la documentazione antecedente e ha proposto anche nuovi esami audiometrici. Alcuni già definiscono questo fatto come guarigione. Quale, come, perché, lo spiegheranno altri. L’unica certezza è che a Lourdes arrivano tante persone provate nel corpo e nello spirito, che ripartono rigenerate, per riprendere il cammino della vita piene di speranza e di grazia”. La piccola dunque, dopo aver trascorso diversi anni costretta a portare degli apparecchi acustici per poter sentire adesso, finalmente, proprio dopo aver partecipato ad un pellegrinaggio nella città delle apparizioni mariane, riesce a sentire anche senza gli apparecchi e proprio l’Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali ha gridato al miracolo.

Il direttore del pellegrinaggio, proprio nel raccontare quanto accaduto, è apparso piuttosto emozionato, mentre invece la mamma della piccola ha raccontato “Una mattina mi sono detta: devo portare mia figlia a Lourdes. Per ringraziare la Madonna che l’ha protetta: rischiava la vita, ce l’ha fatta ed è una bimba serena e felice. Ma anche per chiedere sostegno, per trovare la forza di affrontare, lei, io, tutti noi, questo cammino di vita così esigente”. La donna ha poi concluso ricordando il momento in cui la figlia le ha detto di sentirci affermando di aver sentito il suo cuore battere molto forte  quando la piccola le ha detto ‘di sentirci e di non avere più bisogno degli apparecchi acustici, proseguendo poi “davvero ho l’impressione che senta meglio, senza. I bambini non mentono. E mia figlia non se li sarebbe mai tolti senza motivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.