Bangladesh, rivendicazione dell’Isis e nuovo video di minaccia: “Dacca è solo un assaggio

Bangladesh, rivendicazione dell'Isis e nuovo video di minaccia Dacca è solo un assaggio

A distanza di qualche giorno dal tragico attentato terroristico avvenuto a Dacca, dove hanno perso la vita diverse persone, tra cui nove italiani, è arrivata la rivendicazione da parte dell’Isis che nella giornata di ieri ha diffuso un nuovo video su Internet.

Si tratta, come prevedibile, di un video di minaccia, nel quale annunciano imminenti attacchi terroristici come quelli avvenuti a Dacca. Nel video in questione, diffuso nella giornata di ieri dal Site ovvero il sito di monitoraggio delle attività jihadiste sul web, si vedono tre giovani ritenuti i responsabili dell’attacco al caffè a Dacca, di cui solo uno a viso scoperto; la location scelta per questo nuovo video è Raqqa, ovvero la roccaforte degli jihadisti in Siria. Il video comincia con una serie di messaggi di propaganda dello Stato Islamico e a un resoconto dei morti provocati fino ad ora dai numerosi attacchi terroristici rivendicati dall’Isis.

Quel che avete visto in Bangladesh è un assaggio. Ciò si ripeterà, ripeterà e ripeterà sino a quando voi avrete perso e la sharia sarà applicata in tutto il mondo”, sono queste le parole pronunciate dagli jihadisti nel video in questione, diffuso nella giornata di ieri. Nonostante sia stato rivendicato dall’Isis, l’attentato di Dacca, le autorità bengalesi continuano ad attribuire l’attentato a gruppi terroristici locali e non allo Stato islamico.Il commando, secondo quanto spiegato dal ministro ai giornalisti, era composto da cittadini bengalesi,ed ancora ha assicurato che il governo è impegnato per fermare la minaccia terroristica interna, e che si accetterà l’aiuto dei Paesi vicini e degli alleati.Si sono chiuse proprio nella giornata di martedì i due giorni di lutto nazionale per il massacro di venerdì nella Holey Artisanal Bakery, con una cerimonia di Stato nello stadio dell’esercito a Dacca, in cui la premier Sheik Hasina, e vari ministri, diplomatici stranieri e molta gente comune si sono raccolti davanti ai feretri delle 20 vittime.

Ritornando al video di minaccia, diffuso nella giornata di ieri, uno dei militanti ripreso dalle telecamere sembra abbia aggiunto: “La Jihad che ora è arrivata in Bangladesh è stata promessa dal profeta Maometto”. “I crociati stanno uccidendo globalmente dei musulmani innocenti con aerei e bombardamenti. L’incidente all’Holey Artisan è la nostra vendetta per il sangue delle centinaia e centinaia di musulmani uccisi”,hanno dichiarato ancora gli jihadisti. Il combattente che parla nel video parla sia in inglese che in bengalese ed afferma che il suo paese deve sapere di far parte i un vasto campo da battaglia in cui gli jihadisti vogliono portare il transnazionale califfato che è stato autoproclamato nel 2014. Nello specifico il combattente aggiunge: “Voglio dire ai leader del Bangladesh che la jihad che vede oggi non è lo stesso del passato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.