Bari, dodicenne “offerta” dal fidanzato 16enne all’amico: violentata nei pressi di un cimitero

bari-dodicenne-offerta-dal-fidanzato-16enne-allamico-violentata-nei-pressi-di-un-cimiteroDavvero incredibile la storia che stiamo per raccontarvi che ha come protagonista una ragazzina di 12 anni la quale in lacrime ha raccontato quanto accaduto alcuni mesi prima ai propri genitori, decidendo così di sporgere denuncia. Stiamo parlando di una ragazzina di 12 anni la quale è stata offerta dal proprio fidanzato di 16 anni, ad un amico poco più grande; la ragazzina, inoltre, ha raccontato di essere stata obbligata a seguirli a tarda ora in una stradina piuttosto buia e stretta vicino al cimitero di Bari e li sarebbe stata violentata. Nell’incidente probatorio davanti al Gip del Tribunale, la dodicenne avrebbe confessato di essere stata abusata in una zona poco visibile vicina a un cimitero. La giovanissima ha deciso di raccontare quanto accaduto ai propri genitori i quali hanno subito avvertito le forze dell’ordine, che hanno avviato una serie di indagini coordinate dalla Procura per i minorenni, con il supporto di psicologi. Da quanto è emerso, sembra che la violenza sia avvenuta circa sei mesi fa, e pare che gli aggressori facciano parte della criminalità organizzata barese; si tratterebbe di ragazzini i quali soli soliti riunirsi con altri della stessa età o più grandi nelle piazzette del quartiere Libertà.

Dal racconto della 12enne dinnanzi al Gip Riccardo Leonetti, la giovane ha ripercorso tutta la notte raccontando anche dettagli piuttosto particolari riguardanti l’aggressione; la giovane ha raccontato di essere stata trascinata in un luogo piuttosto buio ed appartato, e di aver subito strattoni e minacce fino a che non è arrivata la violenza sessuale vera e propria da parte di un ragazzo di 17 anni, davanti al fidanzato 16enne che praticamente ha “offerto” così come fosse un regalo il corpo della ragazzina. Le forze dell’ordine hanno così provveduto ad identificare i due giovani, i quali sono risultano al momento indagati in stato di libertà per violenza sessuale, ma bisognerà attendere ulteriori accertamenti per poter trovare ulteriori riscontri. Le indagini sono ancora in corso ma la Procura ha voluto cristallizzare le dichiarazioni della vittima.

Adesso la ragazzina ha lasciato Bari e si è trasferita insieme ai propri genitori in un’altra regione, ma giusto nei giorni scorsi sembra essere stata costretta a tornare per raccontare quanto accaduto quella tragica e maledetta notte di sei mesi fa.Purtroppo qualche tempo fa è avvenuto un altro episodio simile, questa volta in provincia di Parma, dove un’altra giovane si era fidata di un amico, dopo una cena di classe, e si era ritrovata nel suo appartamento, vittima di una violenza di gruppo.Purtroppo questo altro episodio di violenza sessuale su minore e di decadenza morale giovanile purtroppo non fa altro che mettere in evidenza come fenomeni come questi siano ormai al giorno d’oggi al centro di una triste escalation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.