Battipaglia, lettera intimidatoria con proiettile indirizzata al neo sindaco Francese

0

Battipaglia, lettera intimidatoria con proiettile indirizzata al neo sindaco Francese

Recapitata una lettera minatoria con un proiettile all’interno della busta nella mattinata di ieri alla neo sindaco di Battipaglia Francese. La notizia è stata rivelata dalla stessa nel corso di una conferenza stampa effettuata nella giornata di ieri, quell’episodio sembra siano state avviate delle indagini condotte dai carabinieri del comune del salernitano, i quali stanno indagando per ricostruire quanto accaduto e risalire agli autori della lettera minatoria. Si tratta di un fatto piuttosto grave che ha destato parecchia preoccupazione nella città.

Nello specifico la lettera sembra contenere dei consigli generici da seguire per i prossimi passi amministrativi senza fare comunque riferimento a persone e come anticipato all’interno della busta era presente un proiettile calibro 22, dunque è un avvertimento nei confronti della neo sindaco di Battipaglia che ha davvero iniziato la sua attività amministrativa con il botto.

La Giunta si è composta e non lo specifico è formato da tre donne e tre uomini ed è strutturato nel seguente modo ovvero il sindaco ha mantenuto la carica a materiale edile,  Sviluppo Economico, cultura e teatro, Banco Alimentare sull’ottimizzazione sviluppo aree comunali e politiche giovanili. Spetteranno invece le deleghe circa il personale le risorse umane i vigili urbani e la protezione civile oltre che la sanità al vicesindaco Ugo Tozzi. Tante le manifestazioni di solidarietà arrivate da parte di colleghi ed amici primo tra tutti il sottosegretario alla Difesa e coordinatore regionale del nuovo centrodestra in Campania Gioacchino Alfano il quale appresa la notizia ha sottolineato quanto segue:”Lo Stato è sempre vicino ai sindaci e al loro difficile lavoro quotidiano. Ora auspichiamo che la magistratura faccia luce su quanto accaduto”. Solidarietà arrivata anche da Mara Carfagna ovvero portavoce di Forza Italia alla Camera dei Deputati la quale ha inviato un messaggio direttamente al sindaco di Battipaglia definendola una donna piuttosto forte e coraggiosa la quale si è candidata ed è stata eletta per mettersi al servizio della città e che sicuramente non si lascerà intimidire da aggettivi e dalle minacce.

“Tuttavia nell’esprimere tutto il nostro sostegno e la nostra vicinanza a Cecilia, non possiamo sottovalutare le intimidazioni che ha subito questa mattina.Speriamo che venga fatta chiarezza al più presto, ma siamo certi che il lavoro, appena iniziato, di Cecilia Francese proseguirà senza tentennamenti per il bene di Battipaglia e dei battipagliesi”, ha concluso la Carfagna.“Siamo assolutamente sereni. Abbiamo sporto denuncia contro un atto vigliacco e intimidatorio non abbiamo paura e continueremo con un’azione di governo trasparente e lineare“, ha dichiarato il Sindaco.I carabinieri del comune salernitano che stanno indagando sulla lettera minatoria in seguito alla denuncia presentata da francese, tendono ad escludere che le minacce siano pervenute dalla camorra, così come te non escludere che possa trattarsi di una vicenda privata e per questo hanno ascoltato per diverse ore la prima cittadina è i componenti del suo staff.

Rispondi o Commenta