Bill Cosby rischia dieci anni di carcere: l’attore andrà a processo, sono cinquanta le donne che lo accusano di violenza sessuale

Bill Cosby rischia dieci anni di carcere accusato di abusi sessuali l'attore andrà a processoE’ tornato al centro della cronaca e dell’attenzione mediatica di tutto il mondo, nelle ultime ore, il celebre attore, comico e cantante statunitense William Henry “Bill” Cosby, Jr semplicemente noto al pubblico come Bill Cosby.

Nello specifico l’amatissima star TV americana, già alcuni anni fa, era finito al centro della cronaca in quanto accusato di aver abusato sessualmente di una donna nell’ormai lontano 2004 ed ecco che proprio nelle ultime ore è stata diffusa la notizia che Bill Cosby, oggi 78enne, andrà a processo ed inoltre proprio per tale reato l’attore potrebbe trascorrere in carcere dieci lunghi anni. Ad annunciarlo pubblicamente è stato il giudice Elisabeth McHug in seguito ad un’udienza in cui l’accusa ha presentato le prove. A denunciare tale caso di violenza è stata invece Andrea Constand ex dipendente della Temple University, la quale avrebbe nello specifico affermato di essere stata vittima di abusi da parte dell’attore nel lontano 2004 e nella denuncia la donna ha nello specifico raccontato che l’attore le avrebbe fatto prendere delle pillole e successivamente le avrebbe anche fatto bere del vino specificando poi “E’ un tale narcisista che non aveva neanche capito che ero gay e non ero interessata alle sue ripetute avance, e così si impose con la forza”.

L’attore però, nel corso di questi anni, si è sempre difeso sostenendo che in realtà tra lui e la donna vi era stato si un rapporto ma del tutto consenziente e dunque nessuna forzatura sottolineando inoltre che in precedenza i due avevano già fatto petting insieme. Nonostante ciò e dunque, nonostante l’attore abbia più volte affermato che si è trattato di un rapporto consenziente ecco che nel 2006 i due avevano anche raggiunto un accordo finanziario extragiudiziale, un accordo nel quale l’attore chiedeva che, nei suoi confronti, non venisse avviato nessun procedimento penale. Ma tale impegno non è mai stato formalizzato e ora il tribunale ha deciso l’apertura del processo. In realtà però Andrea Constand, che ieri nel corso dell’udienza in tribunale in Pennsylvania era assente, non sarebbe l’unica donna al mondo ad aver mosso delle accuse di questo tipo nei confronti dell’attore e nello specifico ecco che circa 50 donne avrebbero affermato negli ultimi anni di essere state oggetto degli abusi di Cosby ma la maggior parte di questi fatti sembrerebbero essere accaduti molti anni fa, alcuni addirittura 40 anni fa, motivo per il quale sarebbero ormai caduti in prescrizione.

Bill Cosby, divenuto particolarmente celebre al pubblico di tutto il mondo per aver ideato e interpretato nel 1984 la sitcom statunitense I Robinson che narra la vita della famiglia Robinson, dovrà adesso tornare in tribunale il prossimo 20 luglio. Molti anni fa ovvero nel 2005 quando la Costand aveva denunciato il celebre attore ecco che quest’ultimo aveva raccontato di aver avuto rapporti sessuali anche con una modella minorenne specificando inoltre che proprio ogni settimana riceveva nel suo studio cinque o sei ragazze inviate da una agenzia, dichiarazioni queste che adesso potrebbero essere utilizzate contro di lui e dunque avere un peso importante nel procedimento in corso.

Il papà benevolo e giusto della serie “I Robinson” verrà processato per abusi sessuali. E potrà ringraziare solo se stesso: se non avesse preteso di continuare a fare il moralista, a sputare sentenze sugli altri, probabilmente Bill Cosby l’avrebbe fatta franca, e le donne di cui ha abusato nel corso di decenni sarebbero rimaste inascoltate. Invece ieri un giudice in Pennsylvania ha aperto la diga: ha stabilito che ci sono sufficienti prove perché l’attore venga processato. Una decisione in extremis, visto che mancavano solo poche settimane allo scadere dei 12 anni, termine oltre il quale il crimine di cui è accusato sarebbe caduto in prescrizione. I fatti risalgono al 2004, quando Andrea Constand, una 31enne canadese, sostenne che Bill Cosby aveva abusato di lei, dopo averla rintontita con vino e pillole sedative. L’attore si dovrà presentare di nuovo in tribunale il 20 luglio. Se riconosciuto colpevole rischia dieci anni di carcere.
LE PROVE
Nel 2004, la polizia non ritenne che ci fossero prove sufficienti per aprire un’indagine. La Constand, che è lesbica ed aveva allora una fidanzata, non si dette però per vinta e fece causa civile a Cosby. E fra i due fu raggiunto un accordo economico nel 2005, e in una testimonianza sigillata Cosby ammise di aver usato dell’ipnotico per fare sesso con la giovane. Tuttavia pian pianino la vicenda è trapelata, altre donne hanno cominciato a raccontare la loro brutta esperienza con l’attore, e si è creata una valanga che è andata crescendo. Ma lui ha reagito alle accuse continuando a interpretare il ruolo del pa- terfamilias bonario, vittima di voci ingiuste da parte di donne isteriche. Proprio questo suo atteggiamento alla fine ha fatto irritare il giudice che aveva sigillato la testimonianza del 2005: «Visto che il signor Cosby vuole fare il moralista, considero rescisso l’accordo del 2005» ha dichiarato un anno fa il giudice, che ha così dato al procuratore distrettuale il materiale per costruire un’accusa che reggesse in tribunale.
Oramai sono 50 le signore che dicono di essere state oggetto dello stesso trattamento. Ma per loro è scaduto il termine dei 12 anni, e non può essere aperto un procedimento criminale. Sta invece facendo il suo corso un procedimento civile, per il quale la decisione di ieri sarà d’aiuto: ora la posizione delle donne è molto più forte, visto che dopo tanti anni e tanti tentativi almeno un processo criminale verrà intentato.
E’ uno squallido tramonto per “papà Robinson”, un attore che aveva fatto storia e tutti rispettavano. Il solo abuso di Andrea Constand potrebbe costargli dieci anni di carcere, per non parlare delle cifre stratosferiche che dovrà sborsare se anche i procedimenti civili dovessero risolversi a favore delle sue vittime. Le donne che lo accusano dipingono uno stesso modus operandi da parte di Cosby: erano giovani starlet, modelle, assistenti o collaboratrici che vedevano in lui una figura paterna. Lo seguivano fiduciose, bevevano con lui del vino, e si ritrovavano denudate e violentate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.