Bollette di luce e gas in calo, dal mese di aprile le famiglie italiane risparmieranno 67 euro

0

Buone notizie sono in arrivo per tutti gli italiani che a partire dal mese di aprile spenderanno meno per luce e gas. Ebbene si, da aprile dovrebbero calare le tariffe di luce e gas per i consumatori con una conseguenza diretta sulle relative bollette per elettricità e riscaldamento.Sono queste le novità annunciate nella giornata di ieri dall’Autorità per l’energia in base al nuovo aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie ed i piccoli consumatori in tutela per il secondo trimestre 2016.

“La riduzione della bolletta del gas è principalmente dovuta al calo eccezionale della componente materia prima, guidato dall’andamento dei corsi dei mercati e, in particolare, dalle aspettative al ribasso riflesse nelle recenti quotazioni a termine nei mercati all’ingrosso del gas naturale in Italia e in Europa per il prossimo trimestre”, ha fatto sapere nella giornata di ieri l’Autorità.

“Grazie alla riforma gas dell’Autorità del 2012 capace di legare a doppio filo i segnali di prezzo all’ingrosso con il mercato al dettaglio, vengono immediatamente trasferiti ai consumatori finali”, dichiara ancora l’Autorità. Per quanto riguarda l’energia elettrica, possiamo dire che la riduzione del prezzo è dovuta inevitabilmente al crollo dei prezzi dei combustibili e del gas in particolare.”Di questo una ha beneficiato anche il prezzo dell’energia elettrica in discesa sul mercato all’ingrosso, determinando la variazione di segno negativo della bolletta dell’elettricità, sostanzialmente dovuta al calo dei costi complessivi, anche qui, per l’approvvigionamento della “materia energia”, afferma ancora l’Autorità.

Nello specifico per la bolletta della luce si registrerà un calo del 5% mentre per quella gas la diminuzione sarà ancora più consistente con un -9,8%. Questo calo permetterà comunque ai consumatori di risparmiare complessivamente nei 12 mesi dell’anno scorrevole ben 67 euro.Per l’elettricità, la spesa per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole (1° luglio 2015-30 giugno 2016) sarà di circa 502 euro, con un calo dell’1,6% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (1° luglio 2014 – 30 giugno 2015), corrispondente ad un risparmio di circa 8 euro. Per il gas la spesa della famiglia tipo nello stesso periodo sarà di circa 1.076 euro, con una riduzione del -5,2%, corrispondente a un risparmio di circa 59 euro rispetto all’anno scorrevole.

Grande soddisfazione per l’Unione Nazionale Consumatori che dichiara: “Ottima notizia. L’Autorità ha tenuto conto dell’andamento del mercato energetico. E’ la dimostrazione che i prezzi di riferimento del mercato tutelato funzionano e che la sua abolizione, prevista nel ddl concorrenza per il primo gennaio 2018, è solo un regalo alle compagnie e un sopruso nei confronti delle famiglie”. Buone notizie anche per il Codacons, che però punta il dito sulla tassazione, e nello specifico dichiara che questi ribassi potrebbero essere più pesanti se si arrivasse in Italia ad ottenere un taglio delle tasse sull’energia. Ferconsumatori, invece, ha un’obiezione da fare al governo, ovvero: “ Nonostante queste variazioni non si è ancora preoccupato di riformare il bonus sociale, disponendo una migliore organizzazione e semplificando l’iter di accesso”.CONTINUA A LEGGERE

Rispondi o Commenta