Bologna, attimi di panico durante il concerto dei Nomadi: camion bianco attraversa la piazza tra la folla e il pensiero va alla strage di Nizza

0

bologna-attimi-di-panico-durante-il-concerto-dei-nomadi-camion-bianco-attraversa-la-piazza-tra-la-folla-e-il-pensiero-va-alla-strage-di-nizzaMomenti di forte tensione e di paura sono stati quelli vissuti, lo scorso martedì sera nella città di Bologna dove uno spiacevole episodio ha seminato il panico tra la gente e fatto risalire alla mente gli spiacevoli episodi che si sono verificati lo scorso 14 luglio a Nizza dove, proprio durante i fuochi d’artificio un tir bianco si è avventurato tra la folla uccidendo 84 persone e ferendone tantissime altre. Ed ecco che proprio nella Piazza Maggiore di Bologna, lo scorso martedì sera, 4 ottobre 2016, era in corso il concerto dei Nomadi quando all’improvviso un camion, anche in questo caso bianco, ha iniziato ad avanzare tra la folla, lentamente, riuscendo a farsi largo per poter passare.

Inevitabile per i presenti il pensiero alla strage di Nizza ma fortunatamente quello che è accaduto nella città di Bologna non è stato un tentativo di uccidere i presenti ma semplicemente un errore umano che però, nelle ultime ore, ha acceso una forte polemica. I Nomadi, che in quei terribili momenti si stavano esibendo sul palco, hanno cercato di mantenere i nervi saldi anche se, hanno avuto molta paura. Cristiano Turato si è espresso affermando “O siamo su scherzi a parte o a Nizza” proseguendo poi “Ho avuto una gran paura, abbiamo cercato di mantenere la calma sul palco, ci siamo guardati perplessi e la mente è andata subito alla strage di Nizza, col camion bianco abbiamo pensato a quello. Non ci hanno spiegato nulla, è stata una sorpresa”.

Il tastierista oltre che uno dei fondatori della band, Beppe Carletti ha invece affermato “Ci siamo tanto meravigliati di Nizza, sul come mai potesse passare un camion in mezzo a tanta gente, ma è successo anche a Bologna. Mi dispiace molto. Poteva accadere qualsiasi cosa: anche il linciaggio dell’autista. Qualcuno domani lo dovrà spiegare. Io, mezzo secolo che suono e una cosa così non mi era mai capitata”. Inevitabili dunque le polemiche scaturite da tale vicenda e nello specifico, in molti, si chiedono come sia possibile che il camion in questione sia finito, indisturbato, tra la folla e come mai nessuno sia riuscito a fermarlo in tempo.

Lo stesso autista, un uomo di 57 anni di Benevento, ha raccontato di non avere avuto nessuna cattiva intenzione ma semplicemente di trovarsi in tale posto per motivi di lavoro. L’uomo infatti, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso e precisamente stando a quanto dichiarato dallo stesso, doveva ritirare della merce da palazzo Re Renzo, che si trova proprio dall’altra parte della piazza e così, dato che non vi era nessun cartello e dato che nessuno, stando sempre a quanto detto dall’uomo, sembrerebbe averlo fermato ecco che avrebbe attraversato la piazza indisturbato. Bisognerà adesso capire cosa sia realmente accaduto e individuare le probabili responsabilità. Il Comune infatti sembra proprio abbia avviato verifiche per accertare come siano andate le cose.

Rispondi o Commenta