Bologna, giro di prostituzione e traffico di droga: militari ed imprenditori arrestati

Ennesimo giro di prostituzione e traffico di droga, scoperto questa volta a Bologna nei giorni scorsi. Nello specifico i Carabinieri del nucleo investigativo di Bologna, diretti dalla Procura avevano iniziato un’attività investigativa lo scorso mese di marzo del 2015, indagini che li ha portati a scoprire un traffico di droga e di prostituzione all’interno di alcuni locali notturni del capoluogo emiliano.

In questo giro sarebbero coinvolti quattro militari dell’Esercito, due infermieri ed un avvocato e alcuni imprenditori; all’alba di giovedì 25 febbraio 2016 sono stati eseguiti due ordini di custodia cautelare in carcere e nello specifico sono stati arrestati Valerio Varacalli di 42 anni caporalmaggiore dell’Esercito in servizio a Bologna, ed il cugino Massimo Bianco di 45 anni imprenditore. Da quanto emerso, il primo sarebbe stato ritenuto dagli investigatori il promotore per l’acquisto ed il successivo smercio della sostanza stupefacente quale cocaina mentre il parente lo avrebbe coadiuvato nel taglio e nella vendita della sostanza.

Nel corso della perquisizione effettuata dalle forze dell’ordine, all’interno dell’abitazione del militare sarebbero stati ritrovati e di conseguenza sequestrati circa 20 grammi di cocaina, oltre ad una sostanza da taglio e materiale per il confezionamento.Il caporalmaggiore arrestato dai carabinieri è stato immediatamente sospeso dal servizio e l’annuncio è stato dato direttamente dall’esercito spiegando che al momento è al vaglio la posizione degli altri tre militari indagati. “Tali comportamenti, ledono l’agire di tutti quei soldati che, quotidianamente, prestano servizio con elevato senso dello stato e spirito di sacrificio, compiendo il proprio dovere anche a rischio della vita”, fanno sapere dall’esercito.

Inoltre, secondo quanto emerso dalle indagini, la droga veniva ceduta sulla piazza di Bologna, per lo più nei locali notturni o in alcune feste private alle quali partecipavano anche escort, feste tutte a base di sesso e droga. Sarebbero 14 gli indagati, i quali avrebbero avuto contatti con i due arrestati , nei confronti dei quali sarebbero state eseguite perquisizioni e tra loro sembrano esserci anche militari dell’Esercito nello specifico due in servizio a Bologna e uno a Roma, ed ancora un avvocato del foro di Bologna, due infermieri uno in servizio a Bologna e tre piccoli imprenditori.Tra il mese di marzo e quello di ottobre 2015 erano già state arrestate due persone, un imprenditore di 60 anni di Bologna in possesso di 30 grammi di cocaina ed un 45enne imprenditore trovato con 40 grammi di cocaina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.