Bologna, il nuovo filobus ad emissioni zero chiamato Crealis è stato accolto

Nella giornata di ieri nella città di Bologna il nuovo filobus ha fatto il proprio debutto su una delle linee filoviarie tradizionali della città,ovvero quello che attraversa dalla prima cintura collinare fino al quartiere periferico di Borgo Panigale.Alla cerimonia di presentazione del nuovo filobus era presente anche il Sindaco Virginio Merola il quale ha tenuto a ringraziare tutti coloro hanno partecipato al progetto dichiarando:

“Oggi è una giornata importante, stiamo dotando la città di moderni filobus, accoglienti, mezzi tecnologici ad emissione zero: una bella scossa elettrica per la città”. Alla cerimonia avvenuta nella giornata di ieri presente anche Giuseppina Gualtieri, ovvero Presidente di Tper ovvero trasporto passeggeri Emilia Romagna la quale ha dichiarato di aver salvato tutti i fondi e l’operazione non è costata un euro in più di quanto doveva costare.

“Abbiamo lavorato incessantemente su un progetto che ora è realtà. Sembrava un progetto a rischio, ma abbiamo un risultato. Questi sono mezzi innovativi che hanno un sistema tecnologico per le banchine e non sono inquinanti. Abbiamo lavorato per mettere a disposizione dei nostri passeggeri il nuovo veicolo il prima possibile, dopo i nuovi mezzi ibridi, presentati solo pochi mesi fa, e in attesa dei 100 bus ecocompatibili che abbiamo pianificato di acquistare nei prossimi anni, entrano da oggi in gradualmente servizio questi mezzi a trazione elettrica, a conferma di una stagione degli investimenti a cui si è cominciato a dare corso in modo deciso“, commenta Giuseppina Gualtieri, numero uno di Tper, Trasporto passeggeri Emilia-Romagna.

Il nuovo filobus chiamato Crealis è stato accolto con grande entusiasmo perchè si tratta del primo filobus ad emissioni zero; al momento sono in funzione tre mezzi sulla linea 13 ma altri cinque sono in arrivo nelle prossime settimane.Il nome al mezzo sarà tramite un concorso promosso dal comune di Bologna e rivolto a tutti gli studenti di tutte le scuole primarie dei comuni di Bologna e San Lazzaro di Savena; ci sarà tempo per effettuare le iscrizioni al concorso e consegnare le proprie proposte entro il 29 febbraio, poi a marzo verrà decretato il vincitore e la classe vincitrice si aggiudicherà un premio del valore di 500 euro che serviranno a coprire le spese di trasporto per le gite e per le visite d’istruzione.

«Abbiamo dimostrato il nostro impegno per la mobilità urbana sostenibile ma anche sicura, efficiente e confortevole», dice Pierre Lahutte, brand president di Iveco. Tutti i Crealis sono stati sottoposti a prove in deposito e su strada, tra test d’officina, verifica dell’efficienza di tutti gli impianti di bordo, prove di rumorosità, comfort, visibilità, ventilazione, riscaldamento, climatizzazione, valutazione dei requisiti di visibilità. L’accordo tra Tper e Iveco, sotto l’egida del prefetto, ha consentito la ripresa dei lavori per il completamento delle infrastrutture sia a Bologna sia a San Lazzaro di Savena. I Crealis hanno una capienza di 142 persone, con 29 posti a sedere, quattro sedili per passeggeri con mobilità ridotta, uno per disabili su carrozzina e una zona passeggino.

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.