Bonus cultura di 500 euro per i 18enni italiani esteso anche ai cittadini stranieri: presentato l’emendamento

Bonus cultura di 500 euro per i 18enni italiani esteso anche ai cittadini stranieri: presentato l'emendamento

Si torna a parlare del bonus da 500 euro fissato dal governo da destinare ai diciottenni , bonus che in un primo momento era stato negato ai ragazzi stranieri. Ebbene nella giornata di ieri il governo sembra aver corretto il tiro e così è corso ai ripari presentando un emendamento per estendere il bonus cultura anche ai giovani stranieri.

La proposta di modifica, presentata nella giornata di ieri proprio durante l’esame del decreto scuola, è ormai al vaglio della commissione Istruzione del Senato in attesa dell’approvazione del Parlamento. “Un miliardo in sicurezza, uno nell’identità culturale – aveva spiegato il presidente del Consiglio, promettendo una carta bonus per “550mila italiani che compiono 18 anni e che potranno investire in attività culturali”. I soldi ci sono anche nel 2017 ha anche annunciato il Premier Renzi, notizie che tra l’altro era stata anticipata anche via Twitter dal senatore Pd Andrea Marcucci, ovvero il Presidente della Commissione Istruzione a Palazzo Madama.

Dunque stando a quanto emerso anche i 18enne extracomunitari potranno ricevere il bonus cultura da 500 euro, è la notivà prevista dall’emendamento presentato dal governo; tale bonus al momento è previsto solo per tutti i cittadini italiani ed europei che compiano 18 anni nel 2016 residenti in Italia. Si tratta di una carta elettronica dell’importo appunto massimo di 500 euro, che potrà essere utilizzata per ingressi a teatro, cinema, musei, altri eventi culturali, acquisto di libri ed accesso a zone archeologiche e parchi naturalistici. In tanti avevano criticato questa legge, proprio perchè escludeva i ragazzi stranieri ed a tal riguardo Andrea Maestri, deputato iscritto al gruppo Alternativa Libera-Possibile aveva parlato di una leggina razziale. Anche il monsignor Nunzio Galantino,segretario generale della Cei era intervenuto sostenendo che la legge altro non era che un segnale bruttissimo sul piano culturale. Adesso alla luce delle critiche, il governo ha fatto dunque dietro front ed ha optato per la modifica della legge, il bonus verrà esteso anche a tutti i 18enne stranieri a patto che questi siano comunque in possesso del regolare permesso di soggiorno.

Gli italiani in possesso dei requisiti sono circa 550 mila. A questi si dovrebbero aggiungere circa 724.304 studenti extracomunitari per un totale di 576.953 neo diciottenni e per una spesa complessiva di oltre 288 milioni di euro.Se da una parte vi saranno i giovani extracomunitari molto felici per questa novità, dall’altra sono in tanti a pensare che questa mossa del governo sia soltanto meramente propagandistica, per incrementare il consenso in vista delle prossime elezioni amministrative e del referendum che si terrà ad ottobre. Il presidente della commissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia, aveva ammesso che “sul bonus ai diciottenni inserito in legge di Stabilità è mancato il coraggio di estenderlo anche ai ragazzi stranieri residenti in Italia anche se nati altrove”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.