Bruxelles, due agenti di Polizia accoltellati da un uomo: la Procura Federale conferma “E’ un atto terroristico”

bruxelles-due-agenti-di-polizia-accoltellati-da-un-uomo-la-procura-federale-conferma-e-un-atto-terroristicoTorna ancora una volta l’allarme terrorismo in seguito ai forti momenti di tensione che, nella giornata di ieri 5 ottobre 2016, sono stati vissuti a Bruxelles e precisamente nella zona di Schaerbbeek, all’altezza di un centro sportivo, sul boulevard Lambermont, dove due poliziotti sono stati vittima di una brutale aggressione. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso sembra proprio che l’aggressore in questione abbia reagito in seguito ad un controllo e precisamente sembrerebbe averlo fatto accoltellando i due agenti in uniforme. L’uomo si è dunque scagliato contro i due agenti che lo avevano fermato e, sempre stando ad una prima ricostruzione dei terribili fatti, avrebbe estratto un coltello e con questo avrebbe prima colpito uno dei due agenti al collo e successivamente avrebbe poi colpito l’altro agente ferendolo, in questo caso, allo stomaco.

Dopo avere colpito i due ecco che l’aggressore si è subito allontanato dal posto ma per fortuna, poco dopo gli agenti intervenuti sono riusciti a rintracciarlo non distante dal luogo in cui è avvenuta l’aggressione. Anche in questo caso però l’uomo ha reagito colpendo con un violento pugno un terzo agente al viso, al punto tale da rompergli il naso e anche in questo caso avrebbe tentato di utilizzare il coltello senza però riuscirci.

Il terzo agente colpito però è riuscito a fermarlo sparandogli ad una gamba e permettendo dunque ai colleghi di poterlo arrestare. Secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sulla vicenda sembra proprio che l’aggressore in questione sia un uomo di nazionalità belga nato nel 1973 di nome Hicham.D e, stando a quanto dichiarato dai media belgi, sembra proprio che fosse già conosciuto dalla Giustizia, e citato in vecchi dossier di terrorismo. Sulla vicenda sta adesso indagando la Procura Federale che indaga appunto per terrorismo anche se, né durante l’attacco, né al momento dell’arresto avrebbe rivendicato l’appartenenza a gruppi internazionali.

Quella di ieri, mercoledì 5 ottobre, è stata una giornata piuttosto pesante e impegnativa per Bruxelles in quanto, proprio alcune ore prima dell’aggressione nei confronti dei poliziotti ecco che sia la stazione Gare du nord e l’edificio Portalis, sede della Procura, erano stati evacuati in seguito ad una chiamata anonima che segnalava la presenza, all’interno di tali strutture, di una bomba. Nelle ore successive però è stato rivelato che si è trattato, fortunatamente, di un falso allarme anche se la polizia federale ha dichiarato di aver trovato un pacco sospetto alla Gare du Midi. All’interno di tale pacco però non vi era nulla di pericoloso. Sulla vicenda relativa all’aggressione ai due poliziotti, accoltellati da un uomo di nazionalità belga, ecco che la Procura Federale ha rilasciato un comunicato nel quale è stato nello specifico dichiarato “Il giudice istruttore, deciderà successivamente se prolungare il suo stato di fermo. Si tratta di un attentato terroristico”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.