Shock in Cina, donna morta in ascensore da più di 30 giorni

Orrore in Cina e nello specifico nella città di Xi’an, dove è stata effettuata una macabra scoperta, proprio all’interno di un’ascensore di uno stabile in costruzione. Una donna è stata ritrovata morta all’interno di un’ascensore ma l’aspetto più macabro della vicenda è che la donna sarebbe morta 30 giorni prima. Ci si chiede, come è possibile che nessuno per 30 giorni non si sia accorto del cadavere all’interno dell’ascensore?

Le autorità cinesi hanno rivelato che gli addetti alla manutenzione dopo aver riscontrato un problema nel blocco residenziale in costruzione hanno staccato la corrente elettrica lo scorso 30 gennaio ed il cadavere della donna invece sarebbe stato rinvenuto il 1 marzo dopo oltre un mese dagli stessi addetti che finalmente erano riusciti a riparare il danno. Il cadavere ritrovato all’interno dell’ascensore dello stabile in costruzione, dopo le prime indagini sembra appartenere ad una donna di 43 anni che viveva da sola nel palazzo a XI’an, nella provincia dello Shhanxi.

Secondo quanto emerso, la squadra di manutenzione che si è occupata dei lavori in un condominio della città di Xi’an per un guasto ad un apparecchio, sarebbe accusata di omicidio colposo, per non essersi accertata che dentro la cabina non ci fosse nessuno prima di staccare la corrente.

Tuttavia, non avevano controllato se qualcuno stava utilizzando gli ascensori al momento dello spegnimento, così il corpo della donna, rimasto rinchiuso fino al 1 marzo, è stato ritrovato solo dopo oltre un mese dagli stessi addetti giunti a riparare finalmente  il guasto. La polizia ha detto che la vittima era una donna di 43 anni che viveva da sola nel palazzo a Xi’an, nella provincia cinese dello Shaanxi.

Una storia inquietante, con diversi punti poco chiari. I media cinesi si chiedono come sia possibile che il cadavere sia passato inosservato dai vicini per oltre 30 giorni: su questo può avere influito il fatto che a febbraio, mese festivo perché si celebra il Capodanno lunare, molti residenti erano in vacanza.

In più il condominio in questione ha due ascensori, perciò probabilmente i vicini non hanno dato troppa importanza al guasto di uno dei due, utilizzando l’altro. Ma resta l’enigma sul comporamneto dei familiari e degli amici della donna che non hanno denunciato l’assenza alle autorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.