Caldo record in Emilia Romagna, la Protezione civile lancia l’allerta: temperature sopra i 40°

0

Caldo record in Emilia Romagna, la Protezione civile lancia l'allerta: temperature sopra i 40°

E’ emergenza caldo in Emilia Romagna ormai da parecchi giorni dove il termometro non smette di segnare temperature inferiore ai 37 gradi. La Protezione civile ha infatti diramato lo scorso weekend un’allerta per temperature estreme precisando che a partire da oggi la debole moderata circolazione da sud-ovest incrementerà la temperatura massima del settore centro-orientale con valori che si attesteranno sui 36 37 gradi con locali punta di 38 gradi. Sembra che un po’ di sollievo si avrà a partire dalla giornata di domani, quando il termometro toccherà i 31 gradi ed ancora di più nella giornata di giovedì dove le temperature dovrebbero scendere ancora un altro po’. L’ondata di calore che investirà la regione nelle prossime ore, è stata confermata dalla USL che preavvisa possibili disagi per i cittadini residenti a Bologna e nei comuni limitrofi di Casalecchio di Reno Castel Maggiore e San Lazzaro di Savena per questo motivo sono stati allertati i pronto soccorso degli ospedali, e case di cura, e strutture di assistenza per anziani,  ma anche i medici e pediatri di famiglia, infermieri dell’assistenza domiciliare dell’area metropolitana.

“Successivamente, la rapida evoluzione della saccatura verso i Balcani, porterà un miglioramento con condizioni nuovamente stabili e prevalentemente soleggiate fino a termine periodo. Le temperature sono attese in decisa flessione, con valori massimi compresi tra 26 e 29 gradi. Da venerdì temperature in nuovo graduale aumento con valori tuttavia ancora al di sotto delle medie climatologiche del periodo”, annunciano gli esperti. Da quanto emerso i servizi sociali ,la protezione civile comunale sono pronti ad intervenire in caso di particolari necessità; nello stesso tempo la protezione civile consiglia di evitare prolungata esposizione al sole specialmente nelle ore più calde della giornata e di idratarsi adeguatamente. Ovviamente particolare attenzione va prestata agli anziani, ai bambini e ai cardiopatici per evitare il rischio di colpo di calore. Nello specifico è importante che gli anziani si cura una corretta alimentazione e idratazione che in questo caso dovrebbero essere i figli o i parenti comunque più stretti e più giovani a dover aumentare l’attenzione verso questo aspetto; è preferibile alimentarsi con cibi più leggeri, ed ancora bisogna invogliare gli anziani che tendenzialmente tendono a mangiare meno quando arriva il caldo.

Devono prestare anche particolare attenzione le persone cardiopatiche, diabetiche con problemi respiratori; al fine di evitare il disagio è consigliabile bere molto spesso anche quando non si ha siete, mangiare molta frutta e verdura, vestirsi con abiti leggeri preferibilmente di colore chiaro non aderenti di cotone di lino o comunque fibre naturali, fare delle docce duranre il giorno, non uscire nelle ore più calde, cercare di passare più tempo possibile in ambienti con aria condizionata ed ancora se si è affetti da diabete ipertensione o altre patologie nel comunque implica l’assunzione di farmaci in modo continuativo è importante consultare il proprio medico per conoscere eventuali reazioni che possono essere provocate dalla combinazione caldo farmaco e sole farmaco

Rispondi o Commenta