Calizzano, sindaco “invita” i migranti a non usare i bus ordinari: è polemica, pesanti accuse di razzismo

0

calizzano-sindaco-invita-i-migranti-a-non-usare-i-bus-ordinari-e-polemica-pesanti-accuse-di-razzismo

E’ polemica a Calizzano in provincia di Savona dove il sindaco ha praticamente invitato i migranti ospitati in un hotel del paese a non utilizzare gli autobus negli stessi orari degli studenti. Il motivo? Pare che ultimamente città ci sia stato un eccessivo affollamento dei mezzi pubblici, accompagnati da schiamazzi, battibecchi e spiacevoli episodi con alcune ragazze. Una volta diffusa questa decisione del sindaco, in tanti hanno criticato questa scelta, etichettando il sindaco come “razzista”. Il sindaco di Calizzano, Pierangelo Olivieri, alla guida di una giunta molto vicina al centrodestra, dopo tante critiche ricevute, nella giornata di ieri ha dichiarato: “Nessun provvedimento, nessun divieto: solo la richiesta ai profughi di usare un mezzo diverso da quello usato dai ragazzi”. Il sindaco ha anche aggiunto che ultimamente si sono verificati spiacevoli episodi verso alcune ragazze e che proprio per questo motivo si è ottenuto l’impegno da parte della cooperativa Il Faggio che gestisce i migranti a invitarli a non salire su quei bus se non in casi eccezionali.

A chi lo ha accusato di razzismo, il sindaco risponde: “Non si tratta di razzismo o intolleranza perché abbiamo integrato i migranti nella polisportiva che ha anche vinto un premo per un video contro il razzismo. Ma dopo le risse e gli episodi sui bus il clima è cambiato. Non voglio un paese polveriera”. La Cooperativa Il Faggio, ha inevitabilmente replicato dicendo che è davvero impossibile essere d’accordo con l’ipotesi della divisione, mentre l’Anci ovvero l’Associazione nazionale Comuni italiani sembra essersi schierata con il sindaco e nello specifico Paolo Pezzana, ovvero il coordinatore della commissione Immigrazione di Anci Liguria ha dichiarato: “Calizzano è sempre stato un Comune virtuoso, tra i primi a rendersi disponibile ad accogliere e integrare i migranti, che ha anche ottenuto premi e riconoscimenti”. Intanto diffusa la notizia, nella mattinata di ieri si è tenuto un vertice in Prefettura a Savona, al quale hanno partecipato il sindaco Olivieri, il Presidente provinciale di Lega Coop Mattia Rossi e Danilo Pisano, Presidente de Il Faggio, ovvero la cooperativa che gestisce l’accoglienza dei migranti presso l’hotel Lux.

Anche il Prefetto ha fatto sapere di essere interessato a conoscere e far luce sulla questione, e nello specifico ha fatto sapere di voler conoscere le iniziative che saranno intraprese per rispondere al meglio alle esigenze di trasporto della valle.Non hanno tardato ad arrivare anche le reazioni politiche e nello specifico sulla questione è intervenuta Raffaella Paita, la capogruppo del Pd in Regione Liguria, la quale ha attaccato il sindaco dichiarando che la decisione è davvero indegna ed ha ragione chi parla di apartheid. “Il mio voleva essere un semplice invito a usare il buonsenso”, ha aggiunto il sindaco. “I profughi devono per forza utilizzare i bus delle 6,30 e delle 6,45 che non hanno posti a sufficienza per tutti? E soprattutto è possibile una normale buona convivenza ed evitare episodi di arroganza, schiamazzi e caos?”.

Rispondi o Commenta