Carburanti alternativi, nuove auto e moto alimentate da caffè, ortaggi, cioccolata e perfino escrementi animali

0

Carburanti alternativi, nuove auto e moto alimentate da caffè, ortaggi, cioccolata e perfino escrementi animaliTema piuttosto attuale quello dell’inquinamento atmosferico legato alle emissioni dei motori termici e soprattutto un tema sempre più sentito da parte delle istituzioni e del pubblico, tanto che negli ultimi anni si è registrato un aumento vertiginoso di soluzioni alternative da contrapporre ai tradizionali carburanti fossili.

Al fianco delle soluzioni tradizionali, ovvero benzina e diesel, sembrano arrivarne altri alternative, ovvero basati su escrementi di animali, ed ancora ortaggi, acqua, cioccolata, alghe e perfino il caffè, la bevanda più consumata in Italia. Proprio riguardo quest’ultima sostanza, ovvero il caffè, par che l’auto alimentata dallo stesso venga chiamata Car-puccino, una vettura la cui tecnologia sembra essere in grado di produrre idrogeno e monossido di carbonio partendo dai fondi di caffè per un consumo dichiarato dai suoi ideatori di circa 56 caffè espresso per ogni miglio percorso.

Altra auto alimentata da una sostanza piuttosto originale è quella che prende il nome di Toyota Prius Algaeus, ovvero una vettura che è alimentata ad alghe non trattate. L’estratto di alghe utilizzato come carburante per questa auto, altro non è che un particolare biodiesel che non richiede di modificare gli attuali motori delle autovetture. Altra auto del tutto innovativa, è quella costruita con i mattoncini Lego. Non si tratta di una bufala, ma di un progetto reale, frutto dell’inventiva di un gruppo di ingegneri e progettisti della Samp, ovvero la Super Awesome Micro Project; il progetto di questa innovativa auto costruita con i mattoncini della Lego sembra essere attribuibile a due giovani inventori, ovvero Raul Oaida e Steve Samamartino.Le ruote dell’auto sono realizzate in gomma, mentre tutto il resto è realizzato con i mattoncini colorati, per un totale di 500.000 mattoncini Lego per quattro motori, 256 pistoni ed una velocità di 20-30 km orari.

Continuiamo con la WordFirst F3, ovvero la monoposto nata dai laboratori del Warwick Innovative Manufacturing Research Centre all’interno dell’Università di Warwick in Inghilterra,la cui particolarità è quella di essere costruita con prodotti vegetali al fine di ottenere il massimo della bio sostenibilità.Andando nel dettaglio possiamo dire che tale auto è dotato di un volante realizzato con una plastica ricavata dalle carote, mentre i sedili sono stati realizzati da fibre di lino e semi di soia, fibra di carbonio riciclata e polimeri biodegradabili provenienti dalle patate per la carrozzeria. Non poteva non mancare la Toilet Bike Neo, ovvero la moto che si muove grazie agli escrementi ed il serbatoio somiglia proprio ad un WC; gli escrementi nello specifico sono biogras ed arrivano dalle deiezioni animali ed un pieno permette di effettuare almeno 290 chilometri. Infine citiamo la supercar che va ad acqua salata, l’auto nata in Germania dove è già omologata e può dunque circolare legalmente; l’auto in questione prende il nome di Quant e-Sportlimousine di Nanoflowcell ed è una sportiva di lusso, che per alimentarsi utilizza un carburante basato semplicemente su acqua salata. 

Rispondi o Commenta