Isabella Noventa choc l’impiegata è stata strangolata: tre arresti per omicidio

Nuove interessanti novità riguardo il caso legato alla scomparsa di Isabella Noventa, l’impiegata padovana di 55 anni la quale è scomparsa da casa e svanita nel nulla.Da quanto è emerso l’impiegata non si è allontanata da sola ne è stata rapita, ma quanto è emerso sembra essere stata uccisa.

E’questa la convinzione degli investigatori della Squadra Mobile e della Procura di Padova che proprio nella serata di ieri ha emesso tre provvedimenti di fermo con l’accusa di omicidio premeditato in concorso a carico dell’ex fidanzato di Isabella ovvero Freddy Sorgato, il 46enne detto il ballerino ed ancora della sorella di questi Debora e della sorella di Isabella,ovvero MIanuela Cacco la tabaccaia la quale sarebbe divenuta ad oggi la nuova fiamma de “il ballerino”. I tre provvedimenti sono stati firmati dal pm Giorgio Falcone come abbiamo già anticipato nella giornata di ieri. Dalle indagini è emerso che Isabella sia stata uccisa molto probabilmente la stessa sera di venerdì 15 gennaio, proprio quando Freddy aveva dichiarato di averla lasciata in Piazza Insurrezione a Padova facendola scendere dalla sua auto intorno alla mezzanotte perchè , da quanto detto dallo stesso Freddy, doveva vedere un’amica.

Dunque, si tratterebbe di un movente passionale, visto che il fidanzato avrebbe intrecciato una storia parallela con l’amica di Isabella. Purtroppo al momento non vi è ancora il corpo di Isabella,ma le ricerche sono ancora in corso e gli agenti ne sono alla ricerca.

«So solo che la polizia sta cerando il corpo e spera di riuscire a trovarlo entro domani», ha dichiarato l’avvocato della famiglia Noventa, ovvero Gianmario Balduin. Ovviamente riguardo l’omicidio, al momento non vi è alcuna conferma, si parla soltanto di ipotesi, e infatti non si conosce ancora la causa della morte di Isabella, la quale potrebbe essere stata soffocata. Come già anticipato nella giornata di ieri sarebbe stata sentita anche la sorella di Freddy, Debora Sorgato; la donna è stata sentita dagli inquirenti insieme con il compagno e nello specifico gli inquirenti hanno voluto chiarire il rapporto che legava Debora ad Isabella.

Del caso se ne è occupato varie volte il programma Pomeriggio 5 su Canale 5 condotta da Barbara D’Urso; il programma ha seguito il caso sin dall’inizio della scomparsa dell’impiegata.I tre sottoposti a lunghi interrogatori in Questura a Padova non hanno infatti rilasciato una vera e propria confessione, ma stando ad alcune fonti qualificate hanno fatto delle ammissioni che comunque avrebbero confermato le ipotesi investigative. Nello specifico ci sarebbe la conferma che la donna col piumino bianco ripresa dalle telecamere di sicurezza in Piazza dei Signori la sera stessa della scomparsa il 15 gennaio scorso non fosse Isabella ma soltanto una controfigura ovvero una delle due donne fermate nella giornata di ieri.

L’avrebbero strangola – per questioni passionali – e gettata nel fiume Piovego. Poi, per sviare le indagini, avrebbero indossato il suo piumino bianco e passeggiato sotto le telecamere di sicurezza in Piazza dei Signori, a Padova.Per questo motivo ieri sera tre persone sono state fermate (su disposizione del pm Giorgio Falcone) con l’accusa di omicidio premeditato e occultamento del cadavere di Isabella Noventa, la segretaria di 55 anni di Albignasego (Padova) sparita lo scorso 15 gennaio.

Ad essere arrestati sono stati Freddy Sorgato, che è l’ex fidanzato (l’uomo che ha trascorso con lei la serata prima della scomparsa: «Siamo andati in pizzeria ad Albignasego, poi abbiamo trascorso un’ora di intimità. Le avevo proposto di andare in un locale danzante per ballare ma lei aveva preferito essere accompagnata in centro», ha sempre spiegato), sua sorella Debora Sorgato e l’amica tabaccaia di Isabella, Emanuela Cacco.

Per arrivare alla decisione del fermo sono stati fondamentali gli interrogatori avvenuti in questura a Padova – quello di Debora Sorgato è durato oltre 10 ore – alla fine dei quali i tre non hanno rilasciato una vera e propria confessione, ma si sono lasciati scappare «forti contraddizioni e parziali ammissioni» che hanno confermato le ipotesi investigative. Soprattutto, c’è stata la conferma che la donna col piumino bianco ripresa dalle telecamere del video distribuito dalla Polizia non era Isabella, ma una sua controfigura. Cioè proprio l’amica tabaccaia, che era legata sentimentalmente a Freddy, l’insegnante di balli latino americani. Lui, lei e l’altra: ecco perché, secondo gli investigatori, il movente dovrebbe essere quello passionale.

Della scomparsa della donna, il 16 gennaio scorso, si era accorta l’anziana madre, che viveva con lei in un Comune della cintura padovana, e il fratello. Era stato proprio lui a denunciare alla Polizia, il giorno dopo, la scomparsa di Isabella, raccontando a telecamere e giornali che Freddy non aveva voluto accompagnarlo in questura. Le indagini della Polizia si erano concentrate sul fiume Piovego con i sommozzatori e i dragaggi, ma non avevano dato alcun risultato. In questa mese, poi, erano state battute tutte le piste possibili indagando sulla figura della donna scomparsa – da un presunto debito ai guai con la giustizia e alle denuncia per stalking – arrivando anche ad avanzare l’ipotesi di una fuga volontaria: Isabella aveva lasciato a casa il portafoglio con i documenti.
Ieri, però, la svolta clamorosa e il fermo dei tre: ora Freddy Sorgato è stato portato nel carcere di Padova, mentre la sorella Debora e l’amica Isabella Cacco in quello di Verona.

Alla fine, chi ha fatto crollare il muro del silenzio è stata l’amica: «Sono io la donna con il piumino». Con queste parole Manuela Cacco, tabaccaia di Camponogara (Venezia), ha ammesso la propria responsabilità nella morte di Isabella Noventa, la segretaria di 55 anni di Albignasego (Padova), di cui si erano perse le tracce da un mese esatto. Isabella non è ancora stata trovata, ma da ieri c’è una svolta: tre persone sono state arrestate proprio per la sparizione della donna. Di omicidio premeditato sono accusati Freddy Sorgato, ex fidanzato di Isabella Noventa, sua sorella Debora Sorgato e, appunto, Manuela Cacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.