Cicciolina contro Barbara D’Urso: “Non mi piacciono i processi mediatici con la saccenza di avere la verità in tasca”

E’ stato un ritorno sulle scene col botto quello di Ilona Staller, accompagnata a Domenica Live dal suo avvocato Luca Di Carlo. L’ex pornostar era ospite a Canale 5 per fare chiarezza su una vicenda i che la riguardava: «Vittima  del morso di un cane, ho fornito dei certificati all’assicurazione per chiedere un risarcimento. Sono dovuta andare al pronto soccorso dell’ospedale San Pietro di Roma. Mi hanno messo i punti per una ferita lacero contusa», ci racconta. «Il danno è un dato  certo», interviene il suo avvocato.

«Lui è un ribelle dal cuore tenero» Che continua: «L’accusa è relativa al fatto che i certificati, successivi a quelli dell’ospedale, non sono validi perché fatti da persona non abilitata». Ilona: «Lui era un amico di Facebook. Aveva i biglietti da visita con indicazioni dello studio, contatti telefonici e timbro: non potevo sapere che non  fosse iscritto all’albo ’ professionale, sono stata ingannata. Ho iniziato a informarmi su queste vicende e ho scoperto che molte persone cadono in questo tipo di trappole».

Fatto sta che in studio, da Barbara D’Urso, tra l’avvocato e la conduttrice si è  svolto uno scambio di opinioni non proprio all’insegna  del bon ton. «Luca Di Carlo è un ribelle dal cuore tenero. Mi assiste e protegge da anni, ha vinto,  da giovane, contro l’esercito degli avvocati del mio ex  marito, l’artista americano Jeff Koons, dopo un lungo e complicato processo di diritto intervento, come accaduto a Ilona. Infine, sulla domanda delia conduttrice: “Ilona verrà assolta o condannata?”, io ho risposto: “assolta!”. Che motivo c’era di dubitare da parte della conduttrice? Ecco, quando si parla di processi alle intenzioni e di condanne pubbliche mediatiche surreali, il conduttore diventa un giudice giustiziere senza titolo e senza competenze».

«Sdrammatizzavo coi bacetti» Staller: «Durante la trasmissione sono rimasta senza parole, sorridevo trovandomi in una situazione da fantascienza, cercavo di sdrammatizzare mandando bacini al pubblico, ma la situazione si è fatta insostenibile». In particolare cosa le ha dato fastidio? Di Carlo : «La presunzione di fare processi mediatici con la saccenza di avere la verità in tasca, la volontà di condannare la gente. E il pubblico in studio utilizzato come una squadra di marionette, che solo quando è necessario viene telecomandato».

Accuse pesanti, che sono un suo parere. Ma per lei come dovrebbe comportarsi un conduttore televisivo? Di Carlo: «Un conduttore dovrebbe avere cuore e immedesimarsi nell’anima dell’ospite, nelle sue sofferenze, dovrebbe dare una parola di conforto. Un applauso del pubblico è meraviglioso solo quando è libero» Ilona, tu e il tuo avvocato siete stati ripresi da Blob e Striscia la notizia…
Stalle : «Sì, è vero, la redazione di Domenica Live ci dovrebbe ringraziare per la pubblicità».

Avete mai pensato di fare qualcosa in Tv, magari se vi arrivasse un invito a L’Isola dei famosi? Staller : «Potrebbe essere  una bella sorpresa e potrebbe accadere di tutto e di più, anche quello che fino adesso non è mai accaduto. Il mio avvocato potrebbe rivelare le sue doti nascoste e la sua vita tra eccessi e trasgressioni».Dove vi vedremo prossimamente?
Staller: «Luca sta per debuttare come cantante con una canzone commerciale da discoteca, bellissima, mentre io parteciperò a sorpresa a un reality televisivo e intanto continuo con il mio “Ciccioli na Love Tour”».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.