Il cioccolato fa bene alla nostra intelligenza: nutre i nostri neuroni e le arterie

Chi l’ha detto che il cioccolato fa male e fa ingrassare? Il cioccolato fa bene alla salute e non soltanto quello fondente come fino ad ora si era detto, ma anche quello al latte perchè contribuisce a migliorare le capacità cognitive di ciascuno di noi ed anche quelle di apprendimento.

Il cioccolato, in poche parole, potrebbe aiutare gli uomini a prevenire l’invecchiamento e soprattutto a permettere il mantenimento stabile e funzionale del cervello umano.Il cioccolato fondente contiene i flavonoidi che hanno un ruolo importante nella protezione contro le malattie cardiovascolari; infatti favoriscono la riduzione del colesterolo LDL (cattivo) nel sangue e proteggono l’elasticità delle pareti dei vasi sanguigni, aumentando i livelli di colesterolo HDL (buono).Inoltre il cioccolato fondente sembra essere molto ricco di magnesio ed è anche considerato un alimento afrodisiaco.

Ovviamente, affinché si raggiungano questi obiettivi, è importante che l’uso del cioccolato sia settimanale. Queste notizie saranno apprese con grande piacere da tutti i golosi ed amanti del cioccolato e soprattutto del cioccolato al latte, visto che fino ad ora erano state esaltate le proprietà benefiche solo del cioccolato fondente che obiettivamente non piace tanto quanto piace quello al latte. A sostenere questa tesi sono stati alcuni ricercatori della University of South Australia i quali hanno studiato le proprietà del cioccolato esaltandone quelle antiossidanti capaci di influenzare positivamente anche il sistema cardiovascolare dell’essere umano.

I ricercatori australiano hanno selezionati ben 968 volontari di età compresa tra i 23 ed i 98 anni i quali sono stati monitorati per un periodo piuttosto lungo, ovvero circa 30 anni; nel corso di questi anni sono stati di volta in volta somministrati dei questionari alimentari a cadenza bimestrale e nello specifico è stato chiesto ai soggetti del campione quanto cioccolato ingerissero e soprattutto con che frequenza. Oltre ai questionari, i soggetti del campionario sono stati sottoposti ad una serie di test cognitivi al fine di poter misurare le performance in vari ambiti, ovvero memoria visiva, di lavoro e verbale. I risultati dello studio sono stati davvero interessanti, visto che sarebbe emerso come il consumo settimanale di cioccolato, che sia fondente o al latte, influisse positivamente sulle funzioni cognitive in tutti i campi della cognizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.