Corte Suprema Indiana, il marò Salvatore Girone rientra in Italia: Renzi ‘Sarà con noi il 2 giugno’

Corte Suprema Indiana, il marò Salvatore Girone rientra in Italia Renzi 'Sarà con noi il 2 giugno'Potrà rientrare in Italia per tutta la durata del procedimento arbitrale il fuciliere di Marina Salvatore Girone, è stata questa la decisione presa dalla Corte Suprema Indiana che ha dunque deciso di rendere subito esecutivo l’ordine del Tribunale arbitrale internazionale dell’Aja. Una decisione questa che ha subito suscitato la reazione di moltissime persone ma soprattutto di molti esponenti della politica che hanno dichiarato di essere dunque soddisfatti del fatto che molto presto Girone potrà tornare in Italia e soprattutto grande e immediata è stata la soddisfazione della Farnesina. Tutta la terribile vicenda ha avuto inizio nel lontano febbraio del 2012 quando, due pescatori indiani vengono uccisi proprio mentre si trovavano a bordo della propria barca sulle coste del Kerala e proprio i due marò Salvatore Girone e Massimiliano La Torre che si trovavano in servizio anti-pirateria sulla petroliera Enrica Lexie, sono stati accusati della morte dei due pescatori indiani e per questo motivo fermati alcuni giorni dopo ed esattamente il 19 febbraio e da quel momento è nato uno scontro con l’Italia sulla giurisdizione del caso.

Una vicenda questa lunga quattro anni fino a quando, proprio lo scorso 2 maggio 2016 il Tribunale arbitrale dispone che il sergente Girone faccia rientro in Italia fino alla conclusione del procedimento arbitrale e proprio nella giornata di ieri, giovedì 26 maggio 2016, la Corte Suprema di New Delhi ha dato attuazione all’ordinanza del tribunale arbitrale dell’Aja e molto presto Salvatore Girone potrà rientrare in Italia dopo molto tempo. “Confermiamo la nostra amicizia per l’India, il suo popolo, il suo governo. E diamo il benvenuto al marò Girone che sarà con noi il 2 giugno”, sono state le parole scritte su Twitter dal premier Matteo Renzi ma, tra gli esponenti della politica che hanno commentato la notizia vi troviamo anche il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, il quale in merito agli attacchi arrivati alcuni giorni fa da forze politiche come Forza Italia riguardo quelli che sono stati i tempi per la soluzione della vicenda Marò, ha invitato a non fare inutili polemiche precisando “I governi precedenti sono stati sostenuti proprio da chi oggi attacca, mi riferisco a Forza Italia-Pdl. Questo intanto è il governo che ha risolto e credo che in momenti come questo sia il caso di fare i complimenti per i risultati piuttosto che fare polemiche”.

Il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha invece commentato il rientro in Italia di Salvatore Girone scrivendo su Twitter “La Corte suprema indiana ha deciso: finalmente il marò Girone potrà tornare a casa. L’ho sentito al telefono, siamo felici e soddisfatti”. Anche i familiari di Salvatore Girone hanno commentato il rientro in Italia del marò esprimendo parole di felicità tra questi la moglie Vania Ardito che su Whatsapp ha cambiato il proprio stato scrivendo “Felicissima!!!Finalmente insieme!!” mentre invece papà Michele Girone nel corso di un’intervista rilasciata all’ANSA ha dichiarato di essere molto felice e di avere sentito il figlio al telefono che adesso è felice e sta meglio moralmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.