Cosenza, Sgarbi appoggia il candidato sindaco Occhiuto che gli offre l’assessorato al centro storico

Cosenza, Sgarbi appoggia il candidato sindaco Occhiuto che gli offre l'assessorato al centro storico

Archiviato il referendum sulle trivelle che non ha portato nessuna novità, visto che non è stato raggiunto il quorum e per questo motivo dichiarato nullo, nella città di Cosenza si torna a parlare della campagna elettorale dei candidati a sindaco della città. Sembra essere ormai raggiunto l’accordo tra il Pse di Enzo Paolini ed il Nuovo Centrodestra, mentre i fratelli Pino e Antonio Gentile hanno ormai chiarito da che parte hanno deciso di stare nelle prossime elezioni.

Dopo la presentazione del suo libro “Dal cielo alla terra. Da Michelangelo a Caravaggio. Il tesoro d’Italia III”, avvenuta lo scorso lunedì 18 aprile in piazza XI Settembre con la partecipazione di Mario Occhiuto, il critico d’arte Vittorio Sgarbi, sempre insieme al Sindaco uscente e candidato nuovamente alla carica di primo cittadino,ha tenuto il giorno dopo nella sede di piazza Kennedy, ancora un incontro relativo alla lista “Sgarbi per Cosenza” a sostegno di Mario Occhiuto alle prossime elezioni Amministrative.

E’ avvenuto ieri, dunque, l’ incontro tra il candidato sindaco Mario Occhiuto ed il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi, i quali sembrano conoscersi ormai da diverso tempo avendo condivido un incarico come membri del Consiglio Nazionale dei Beni culturali presso il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo. Sembra che Occhiuto nel corso dell’incontro con Sgarbi gli abbia proposto l’assessorato al Centro Storico.Ho accettato la proposta di Mario Occhiuto di fare l’assessore alla Bellezza e al Centro storico perché a questa città occorrono idee-guida e suggestioni. Ciò che ho in mente è di dare colore a Cosenza”, ha specificato Sgarbi riferendosi alla tendenza contemporanea di fare delle città dei luoghi grigi pieni di cemento.

“Non sono Monti che diventa senatore a vita per non fare un c…. . Già ho poca simpatia per i consigli comunali, nei miei ruoli ricoperti nelle amministrazioni di alcuni Comuni non li ho mai frequentati troppo. Poi mi hanno sempre mandato via come è successo anche a Milano dove ero stato nominato assessore. Per onestà ho accettato la proposta perché coerente con il mio pensiero. Può darsi che mi mandino via subito, con Mario su alcune cose abbiamo punti di vista diversi “, dichiara Sgarbi sorridendo dalla nuova sede di partito di piazza Kennedy inaugurata pochi giorni fa. Sgarbi, continua affermando di volere nella sua lista tanti giovani, soprattutto donne, ma non per bellezza, ma perchè sono serie, metodiche e casalinghe di natura, al contrario dell’uomo che a detto del critico sono più stronzi, tendono a perdere del tempo e sporcano.” Conoscendo come sono gli uomini, mi fido di più delle donne. Con noi c’è anche Eva Catizone che ricordo di sinistra, non so perché ma tutti quelli che sostengono Occhiuto sembrano di sinistra ciò mi lascia molto perplesso sul potenziale della sinistra cosentina. A Cosenza vorrei portare il colore”, ha aggiunto ancora Sgarbi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.