Crispiano-Montemesola: Terribile incidente nella notte due morti e due feriti gravissimi

0

1874650_ambulanza_118_2Un gravissimo incidente stradale si è verificato sulla strada provinciale 75 che collega Crispiano a Montemesola nella notte tra domenica e lunedi (25 luglio) poco dopo la mezzanotte. Il bilancio è di due morti e due feriti in maniera grave. Le vittime viaggiavano a bordo di una Alfa 147 di colore grigio, l’auto prima si sarebbe schiantata contro un muretto a secco, poi è finita fuori strada e si è ribaltata. Due dei passeggeri, una ragazza ed un ragazzo entrambi di origini rumene, sono morti sul colpo, si tratta di Victor Apostolesco di 25 anni e Ioana Nasturi, abitavano a Crispiano.

Gli altri due sono rimasti gravemente feriti, sempre una ragazza ed un ragazzo, tutti giovanissimi. Sul posto i Vigili del Fuoco di Taranto e Grottaglie intervenuti con due mezzi più un’autogru, i Carabinieri ed i sanitari del 118 che hanno trasportato in ospedale (al SS Annunziata) i feriti attualmente ricoverati in rianimazione.
Non si conoscono per ora le cause che hanno provocato il gravissimo incidente mortale.

Una nuova tremenda tragedia della strada. Poco dopo la mezzanotte un’Alfa Romeo 147, con a bordo quattro giovanissimi,  è andata a schiantarsi contro un muretto a secco sulla strada provinciale che congiunge Crispiano a Montemesola. Nell’impatto (l’auto si è poi ribaltata più volte su se stessa) hanno perso la vita un ragazzo e una ragazza mentre in gravissime condizioni sono altri due giovani che viaggiavano nella stessa auto. Non si conoscono le cause del tragico incidente, al momento sembra da escludere il coinvolgimento di altri mezzi. Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri, i mezzi dei vigili del fuoco e le ambulanze del 118.
E’ l’ennesimo incidente mortale di un’estate terribile, che ha già mietuto moltissime vittime nella provincia di  Taranto. In particolare, esattamente un mese fa, era il 27 giugno, sulla Castellaneta Laterza morirono sei giovani in un tremendo impatto frontale.

Rispondi o Commenta