Denti sani ed eterni? Il segreto è da ricercare nella bocca degli squali

Desiderate dei denti perfetti e soprattutto eterni? Se la risposta è si, non potete non conoscere il rimedio per poter esaudire il vostro desiderio. Il segreto per ottenere una dentature per così dire eterna potrebbe arrivare direttamente dalle fauci degli squali. E’ questo il risultato di uno studio effettuato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Sheffield in Gran Bretagna i quali hanno individuato un meccanismo responsabile della rigenerazione continua dei denti degli squali che da la possibilità di rimpiazzarli man mano che questi vengono persi. Purtroppo a rovinare la dentatura della stragrande maggioranza delle persone sono gli zuccheri e la scarsa igiene orale; diversamente da noi gli squali presentano davvero tantissimi denti, circa tremila sviluppati su più file, e dallo studio in questione è emerso che queste specie animali arrivano a perdere anche 30mila denti nel corso della loro vita.

Il segreto dei denti eterni sarebbe nascosto nella cosiddetta lamina dentaria; questa è composta da cellule epiteliali che possiede anche l’essere umano solo che a noi, a differenza degli squali, la sostituzione dei denti avviene soltanto due volte: nel passaggio dai denti da latte a quelli permanenti.

Ogni squalo ha denti diversi, a seconda della specie, ma ciò che accomuna tali animali è il fatto che a dentatura si rigenera in continuazione.Nello specifico, ritornando alla ricerca, sembrerebbe che i ricercatori abbiano trovato o meglio individuato il gruppo di geni responsabili del programma di rigenerazione permanente dei denti, ovviamente questi geni responsabili sarebbero stati individuati negli squali o meglio analizzando gli embrionici una specie di squalo detta Gattuccio.

“La notizia positiva è che questi stessi geni sono responsabile dello sviluppo di tutti i denti dei vertebrati, compresi gli esseri umani”, ha dichiarato il ricercatore Gareth Fraser che ha guidato l’equipe di studio. Tuttavia, nell’uomo la possibilità di utilizzare le cellule epiteliali di indebolisce con gli anni e una volta raggiunta l’età adulta la lamina viene totalmente perduta. Fraser però non ha dubbi “La rigenerazione sarà possibile. Durante l’adolescenza, le cellule si deterionano,ma c’è la possibilità di poterle rinvigorire con future terapie odontoiatriche“, ha aggiunto il ricercatore Fraser. Si tratta indubbiamente di una grande ricerca che potrebbe davvero portare l’uomo, ovviamente non nell’immediato futuro ma almeno fra qualche decennio ad una rigenerazione naturale e senza bisogno di ricorrere ai dentisti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.