Egitto, attentati terroristici nel Sinai rivendicati dall’Isis: morti 5 soldati, 1 ufficiale ed una donna

Ancora una strage,ancora una volta esplosioni che hanno provocato la morte di tante persone innocenti. Una nuova strage è avvenuta in Egitto e nello specifico nei Sinai, dove sette persone sono morte e decine di persone sono rimaste ferite.

Le esplosioni sono state provocate anche questa volta dall’Isis che ha rivendicato l’attentato subito dopo attraverso un comunicato diffuso in rete, parlando di almeno 18 persone rimaste uccise, tutti soldati, fornendo dettagli dell’accaduto che confermerebbero il loro coinvolgimento nell’ennesima strage di cui si sono fatti protagonisti.

Gli jihadisti dello Stato Islamico hanno fatto esplodere diverse bombe contro un convoglio di mezzi militari, che come abbiamo anticipato hanno causato la morte di tanti soldati. Immediati i soccorsi, giunti sul posto dove sono avvenute le esplosioni.Da quanto emerso dalle notizie riportate dai quotidiani locali, sembra che tra le vittime ci siano cinque soldati, un ufficiale dell’esercito ed una donna, mentre altre 15 persone sarebbero rimaste feriti in due diversi attacchi contro due mezzi blindati dell’esercito.

Erano presenti anche altri ordigni posizionati su strade a Rafah e a sud di Al Sheikh Zwueid, i quali sono stati fatti esplodere a distanza al passaggio di blindati.Intanto continua la lotta contro il Terrorismo e già da tempo in Egitto impazza una lotta proprio nel cuore dei Sinai, dove sono avvenuti gli attentati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.