Shock Elton John nei guai: il cantautore accusato di molestie sessuali dall’ex guardia del corpo

0

E’ finito al centro di numerose polemiche, nelle ultime ore, il celebre cantautore, compositore e musicista britannico  Elton John accusato dall’ex guardia del corpo Jeffrey Wenninger di molestie sessuali. Accuse molto pesanti quelle rivolte al celebre artista da parte del giovane che avrebbe raccontato che, durante un viaggio in macchina, Elton John avrebbe provato ad afferrargli i genitali e poi ancora, sembrerebbe aver provato a “strizzargli i capezzoli” complimentandosi con l’uomo e affermando “Sei una cosa meravigliosa”.

Lo stesso Jeffrey Wenninger avrebbe raccontato agli inquirenti di avere provato, in diverse occasioni, a fermare l’artista sia fisicamente che verbalmente, ma la star sembra aver proseguito nel suo intento senza fermarsi.

L’ex guardia del corpo della celebre star avrebbe inoltre affermato che proprio quest’ultimo gli avrebbe detto una volta “Ci sono tanti geni gay dentro di te, solo che li devi ancora incontrare” proprio mentre tentava di infilare un dito tra le natiche di Wenninger.

L’avvocato di quest’ultimo ha rivelato che dal 2010 in poi vi sono stati numerosi casi e l’ex guardia del corpo adesso chiede di ottenere un risarcimento danni per “aver temuto per il suo benessere fisico”, anche se al momento non sembrerebbe essere stato definito a quanto ammonterebbe tale risarcimento chiesto. 

Nella denuncia già depositata, il capitano di polizia del dipartimento di Los Angeles Wenningerm il quale nel 2007 venne insignito della medaglia al valore per aver fatto parte di un gruppo di agenti che salvò 80 anziani dall’incendio che distrusse la casa di riposo in cui abitavano, ha dichiarato di essere stato al servizio del baronetto dal 2002; l’uomo avrebbe inoltre aggiunto che, fuori servizio, prestava servizio per una società privata di sicurezza come guardia del corpo di Elton John.

Nel settembre 2014, venne poi destinato a un altro incarico senza preavviso; l’ufficiale, certo che dietro questa azione ci sarebbe una sorta di ripicca per aver denunciato un collega che truffava sugli straordinari, ha poi aperto un contenzioso legale anche contro gli ultimi datori di lavoro. L’avvocato di Jeffrey Wenninger, Marla Brown, si è rifiutata di spiegare il motivo per cui il suo assistito, malgrado si dichiarasse vittima di una macchinazione, stesse cercando un altro lavoro prima di aspettare l’esito del procedimento contro la società di sicurezza.

Rispondi o Commenta