Ercolano, blitz contro gli assenteisti: 35 avvisi di garanzia a vigili urbani, ufficiali, sottoufficiali ed impiegati amministrativi

Siamo alle solite purtroppo nel nostro paese, perchè dopo il caso scoppiato nella città di Sanremo alcuni mesi fa che ha visto protagonisti alcuni dipendenti del comune, i quali erano soliti timbrare il cartellino e tornare sul posto di lavoro a turno ultimato, ecco che nella giornata di ieri i carabinieri del comando di polizia locale di Ercolano in collaborazione con i militari della compagnia di Torre del Greco hanno notificato 35 avvisi di garanzia ai vigili urbani ed impiegati amministrativi in servizio al comando di corso Resina.

Si tratta di dipendenti pubblici e nello specifico vigili urbani i quali sono accusati di reati che vanno dalla truffa ai danni dello Stato al falso e fanno riferimento ad episodi di assenteismo a partire dal 2011. L’inchiesta vede coinvolti dipendenti comunali tra i quali 29 sarebbero ufficiali, sottoufficiali ed agenti della polizia locale e sei impiegati amministrativi.

Come già abbiamo anticipato gli episodi risalgono agli anni passati a cominciare dal 2011 ma non sarebbe coinvolta l’attuale amministrazione comunale guidata da Ciro Buonajuto. Tra gli episodi contestati vi sono l’allontanamento arbitrario dal luogo di lavoro, false marcature di presenze effettuate da colleghi in servizio.Coloro i quali si allontanavano dal luogo di lavoro si procurava un ingiusto profitto ai danni dell’ente comunale. In alcuni casi, i vigili, dopo aver marcato l’ingresso in servizio, se ne sarebbero tornati tranquillamente a casa o avrebbero preso treni della Circumvesuviana per spostarsi fuori al comune.

Lo stesso sindaco di Ercolano, una volta venuta fuori questa incredibile vicenda ha tenuto a precisare: «Sin dal mio insediamento ho sensibilizzato tutti i dirigenti a serbare il massimo rigore nella verifica delle presenze e del rispetto di orari di lavoro e mansioni del personale e devo registrare, dal punto di vista di chi non solo amministra ma vive la citta quotidianamente, che non ci sono sacche di malcostume diffuso tra i dipendenti del Comune ma solo, forse , qualche episodio isolato che ho puntualmente segnalato ai dirigenti. Il fatto che, come pare, le condotte oggetto del procedimento risalgano nel tempo, agli anni passati, conferma la mia sensazione e cioe che gli attuali sistemi di controllo interno stiano funzionando».

Il sindaco ha anche aggiunto: “Da parte dell’amministrazione, ci sarà la massima collaborazione con gli inquirenti per accertare eventuali illeciti che abbiano arrecato danno al Comune e alla Città”. Intervenuto sulla vicenda anche il Presiente regionale dell’associazione nazionale comandanti e ufficiali di polizia municipale, ovvero Gennaro Sallusto il quale ha dichiarato: «Siamo poliziotti che devono affermare tutti i giorni il proprio ruolo e la propria funzione e siamo altrettanto pronti a fare dapprima pulizia in casa nostra». Anche Francesco Emilio Borrelli, ovvero il consigliere regionale dei Verdi ha voluto esprimere il suo pensiero al riguardo sostenendo che il problema degli assenteisti nella pubblica amministrazione purtroppo sta diventando davvero drammatico.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.