Gabriel Garko choc, dopo la paura: “Sono vivo per miracolo”

Gabriel Garko è uscito già in mattinata, verso le 12:00 del nosocomio di San Marino dove era stato ricoverato. Il resoconto clinico e di un lieve trauma cranico con alcune escoriazioni diffuse.La prognosi è stata valutata 10 giorni. In ogni caso l’attore non sembra in nessun modo valutare una possibile esclusione dal festival: sulla sua pagina Facebook ha pubblicato circa tre fa una foto con una notazione -9, con allusione ai giorni che mancano al suo debutto al festival canoro.

I tecnici stanno cercando di comprendere se l’impianto gpl della villa sia stato a norma, o se ci siano state anomalie nel sistema fino a far perdere le gpl. Le forze dell’ordine hanno ascoltato sia il fabbricante della villetta, costruita circa vent’anni fa, ed il figlio dell’anziana signora deceduta. L’intera zona è stata posta sotto sequestro, compresa la macchina dell’attore che era parcheggiata adiacente alla villetta una Maserati.

L’attore ha cercato di proteggere l’anziana «Quel ragazzo continuava a dire “ho cercato di andare, cercavo di entrare” ma le fiamme erano già alte era impossibile entrare nella villetta» questo è quello che ha detto una delle persone che per prime sono pervenute sul luogo dell’esplosione. Il ragazzo continuò a dire che voleva tornare dentro la villa per cercare di trarre in salvo l’anziana, a dire queste frasi era proprio Gabriel Garko il quale non è stato subito riconosciuto dei primi soccorritori.

Una terribile tragedia, nella mattina di ieri lunedì 1° Febbraio 2016 ha coinvolto l’amatissimo attore italiano Gabriel Garko rimasto ferito in seguito ad una pericolosa esplosione a causa della quale un’anziana donna ha tragicamente perso la vita. Ma vediamo nello specifico quanto accaduto. Gabriel Garko il prossimo 9 febbraio 2016 dovrà affiancare Carlo Conti, Virginia Raffaele e Mădălina Diana Ghenea sul palco dell’Ariston in occasione del sessantaseiesimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo ed ecco che proprio in seguito alla scoppio avvenuto all’interno della villa nei pressi di Sanremo in cui alloggiava l’attore, nelle prime ore dopo l’incidente era stata diffusa la notizia che rivelava l’incerta partecipazione di Garko al Festival di Sanremo.

Notizia questa prontamente smentita nelle ore successive proprio dall’ufficio stampa dell’amatissimo attore il quale ha fatto sapere che la partecipazione di Gabriel Garko a Sanremo non è in discussione. Garko si trovava all’interno della villa sita nello specifico nella Via privata delle Rose, a Solaro comune italiana della città metropolitana di Milano quando intorno alle ore 8,40  Maria Grazia Gugliermetti, l’anziana donna di 77 anni proprietaria della villetta in questione, è rimasta coinvolta nel terribile scoppio a causa del quale ha perso la vita. Gabriel Garko invece stava riposando al piano di sotto motivo per il quale sembrerebbe essere riuscito a salvarsi dallo scoppio.

“Abbiamo sentito un boato tremendo accompagnato da fumo e fiamme, poi abbiamo visto uscire dalla villa Garko”, sono state nello specifico queste le parole espresse da tre operai che nella mattina di ieri si trovavano nei pressi della villetta in questione e dunque hanno assistito allo scoppio e ai momenti di panico vissuti dall’attore il quale, secondo le prime indiscrezioni, sembrerebbe essersi recato in seguito all’esplosione proprio al piano di sopra, nel disperato tentativo di salvare la vita dell’anziana donna, padrona della struttura. Purtroppo però ogni tentativo sembra essersi rivelata vana e la donna, che proprio la scorsa domenica si era recata nel comune italiano per poter accogliere Garko all’interno della struttura, ha perso la vita e successivamente è stata ritrovata carbonizzata mentre invece la villa, intestata a Lorenzo Noveri si trova adesso sotto sequestro. 

Intanto proseguono le indagini da parte dei vigili del fuoco i quali stanno facendo il possibile per poter accertare quella che è stata la dinamica della violenta esplosione causata, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, da una fuga di gas. In seguito a tale esplosione Gabriel Garko è stato immediatamente trasportato, a bordo dell’ambulanza, perfettamente cosciente ma in stato di choc, presso l’ospedale Giovanni Borea di Sanremo dove i medici hanno curato le sue ferite dimettendolo dopo poche ore, di preciso intorno a mezzogiorno. Gabriel Garko è riuscito miracolosamente a salvarsi e, in seguito a tale esplosione ha riportato varie escoriazioni a causa dei calcinacci che gli sono finiti di sopra proprio in seguito allo scoppio ed un leggero trauma cranico dovuto dal crollo parziale della controsoffittatura della stanza dove si trovava, il tutto guaribile in dieci giorni.

Aria di bufera a Sanremo. Dietro l’apparente tranquillità o- stentata dai protagonisti del Festival potrebbero celarsi le prime tensioni. E non si tratta di rivalità femminili. Chi conosce bene Conti, infatti, assicura che dietro il suo sorriso rassicurante si nasconde qualcosa che assomiglia sempre di più a un senso di sorpresa. A quanto pare, infatti, Garko, il numero uno della fiction italiana, scalpita per avere un ruolo di primo piano sul palco dell’A- riston. Insomma, non vuole fare la figura del bello che non balla.
Conti: «Volevo spiazzare il pubblico»
«Ho scelto Gabriel per spiazzare il pubblico, fare una cosa diversa rispetto allo scorso anno, quando ho voluto Emma e Arisa, due cantanti vincitrici di Sanremo. La sfida più difficile era di non ripetersi rispetto a quello passato», racconta il direttore del Festival a Nuovo Tv. «E così, oltre a una bella protagonista del cinema come la Ghenea e a una comica geniale come la Raffaele, ho voluto un attore
bello, per accontentare il pubblico femminile, visto che io sono un po’ un brutto anatroccolo. Insomma, oltre alle quote rosa, abbiamo una quota azzurra. E poi Gabriel è ironico e disponibile, simpatico, brillante, pronto a stare al gioco e a divertirsi insieme a noi», aggiunge.
Scendono in campo le ex vailette
Peccato che proprio Garko abbia tenuto più volte a sotto- lineare di essere un co-conduttore e non un “valletto”. Un atteggiamento un po’ snob che ha messo l’attore torinese sotto tiro, soprattutto da parte di tutte le vallette storiche del Festival. Da Sabrina Fenili a Elisabetta Canalis, da Alba Panetti a Claudia Geri- ni, tutte sono scese in campo per dire la loro. E non hanno risparmiato a Gabriel battutine e frecciate, consigliandogli caldamente di stare al suo posto e di parlare il meno possibile. Lui, dal canto suo, cerca di fare buon viso a cattivo gioco ed evita di raccogliere le provocazioni. «Mi sono ripromesso di non polemizzare mai su nulla. E mi aspettavo, anche se dallo staff del Festival sono stato presentato come co-conduttore, che venisse subito
tirato fuori il termine valletto nelle domande che mi sono state rivolte. Ma in realtà non mi sono offeso, ho solo sottolineato il mio ruolo, tutto qui… Da qui a scatenare una polemica, ce ne passa», dice convinto.
Ma un altro che tiene a sottolineare i compiti di ognuno,
dopo tutta questa bufera me- diatica, è proprio Carlo. «In realtà c’è un equivoco di fondo. C’è un conduttore, che sono io, una sorta di timoniere del Festival. E poi ci sono la Ghenea, Garko e la Raffaele che presentano, aiutandomi a introdurre i cantanti, le canzoni e gli ospiti che si alterne ranno sul palco, come è sempre stato a Sanremo. Non ci sono mai state le vallette per me, figuriamoci se c’è il valletto!», sentenzia Conti con tono diplomatico ma inequivocabile, calcando i toni proprio sul suo ruolo da conduttore, per mandare un messaggio forte e chiaro su chi comanda.
Intanto, il suo “rivale” conta i giorni che lo separano dall’inizio del Festival. E confessa di non essere immune da una certa dose di ansia e di paura. «Secondo voi che cosa si nasconde dietro il mio sorriso e la mia calma apparente (e ride, ndrY! Più si avvicina il giorno e più aumenterà la tremarella. La mia è l’ansia tipica da debutto su un palcoscenico importante come quello dell’Ariston. E se dicessi che non temo il giudizio del pubblico, mentirei. Tutti seguono il Festival e a nessuno sfugge niente», spiega Gabriel, consapevole che nella sua carriera la bellezza l’ha aiutato no poco. «Se sono arrivato dove sono è grazie al mio aspetto e sarebbe stupido negarlo. Poi sta a me dimostrare le mie qualità. Amo il mio lavoro, mi applico sempre per migliorare. Lo faccio da 25 anni e, se sono ancora qui, vuol dire che qualcosa ho fatto anche io». A ‘ questo punto, Gabriel userà tutte le sue armi per mettere in mostra la sua bravura, oltre che la sua bellezza, sul palco deH’Ariston.
La famiglia per Carlo vince su tutto
E se Carlo annuncia che il suo Sanremo sarà dedicato alla famiglia – lo seguiranno la moglie Francesca e il figlio Matteo, che proprio nella città dei fiori festeggerà il suo secondo compleanno -, Garko lascia intendere che in platea potrebbe esserci la fidanzata Adua Del Vesco. Se così fosse, potrebbe scoppiare un’altra piccola guerra, quella dei flash. Meglio la famiglia Conti o la coppia di neoinnamorati Garko-Del Vesco? Sarà una dura battaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.