ExoMars, perso improvvisamente il segnale con Schiaparelli: cosa può essere successo? tante le ipotesi

0

exomarsperso-improvvisamente-il-segnale-con-schiaparelli-tante-le-ipotesiPartita la missione da qualche giorno, purtroppo nella giornata di ieri è arrivata una notizia che ha davvero destato parecchie preoccupazioni. La notizia preoccupante è quella relativa alla perdita del segnale Schiaparelli, perduto un minuto prima che il veicolo della missione ExoMars toccasse il suo marziano. Le speranze di ristabilire una comunicazione non sono comunque andate perdute, è questo quanto annunciato dal direttore delle operazioni di volo dell’Agenzia spaziale europea Paolo Ferri.Che il lander Schiaparelli sia su Marte è sicuro, e la conferma che tutto sia andato per il verso giusto arriverà dalla sonda della Nasa, l’Mro che a breve sorvolerà la zona dove dovrebbe essere sbarcato il lander dell’Esa; nello specifico, il segnale di conferma dagli strumenti di Exomars, in orbita intorno al Pianeta Rosso, era arrivato ma un minuto dopo le comunicazioni erano andate completamente in tilt. “Il segnale della discesa di Schiaparelli era stato ricevuto correttamente dal radiotelescopio Gmrt (Giant Metrewave Radio Telescope) che si trova in India, a Pune ma si è interrotto verso la fine. Rispetto ai tempi previsti, questo è accaduto nella fase finale, quando mancava un pò meno di un minuto al momento dell’arrivo sul suolo”, ha dichiarato a caldo il direttore delle operazioni di volo dell’Esa Paolo Ferri.

Il segnale, stando a quanto è emerso era stato rilevato dal radiotelescopio GMRT, ovvero il Giant Metreware Radio Telescope, localizzato in India.Le comunicazioni più attese erano quelle della sonda Mars Express, ma anche quest’ultima ha confermato la perdita del segnale, interrotto prima dell’arrivo a Terra.Ferri ha ancora aggiunto: “Siamo delusi e preoccupati, ma le notizie che abbiano finora, non vogliono dire nulla di ancora sull’esito dell’atterraggio: potrebbe essere successo di tutto“. Non si sa ancora il motivo per cui sia andato perso il segnale del lander Schiaparelli poco prima che il veicolo della missione ExoMars toccasse il suolo.I tecnici nel centro di controllo della missione, nel Centro per la scienza e la tecnologia dell’Agenzia spazile europea, stanno esaminando la situazione. “Può anche darsi che nel caso di Schiaparelli resetti il computer di bordo la comunicazione possa avvenire.Ci sono speranze, anche se remote”, hanno fatto sapere gli esperti.

“Nella notte, lavoreremo all’analisi dei dati dell’orbiter Tgo, che saranno più dettagliati di quelli arrivati dal radiotelescopio di Pune e dalla sonda Mars Express. Sono stati registrati durante la discesa di Schiaparelli e contengono tantissimi parametri acquisiti in tempo reale che potranno dirci molto di più. Siamo molto fiduciosi che riusciremo a capire che cosa sia successo”, ha aggiunto ancora Ferri. A commentare la missione è stato il Premier Matteo Renzi, il quale in trasferta in Usa ha voluto lanciare il suo messaggio, dichiarando: “La sonda Schiaparelli è stata la prima missione europea ad arrivare su Marte, prima che gli Usa comincino a organizzarci i viaggi turistici. La missione dell’Esa è ora guidata dall’Italia -ha continuato sottolineando le eccellenze tricolori-. Regno Unito, Germania e Francia contribuiscono insieme più o meno quanto l’Italia da sola”.

Rispondi o Commenta