Fa sesso con il suo cane Dalmata e finisce in ospedale con lacerazioni interne, dovrà essere operata

Quello che è accaduto ha dell’incredibile del disgustoso, ma è una storia realmente accaduta. Una donna di 28 anni trasportata d’urgenza dal 118 all’ospedale di Torre Annunziata ha riportato gravi lesioni all’utero dopo avere avuto un rapporto sessuale con il proprio cane di tre anni.

La ragazza, dopo aver fatto i suoi comodi con l’animale ha avuto dolori fortissimi all’utero, a tal punto da dover chiamare i soccorsi. La vicenda è stata dalla destra giornalistica Metropolis.

Note aggiunte nel nosocomio e fatti dovuti accertamenti, il personale medico ha evidenziato gravi lesioni all’uso, dalle prime notizie sappiamo che è rimasta appiccicata al cane a causa del liquido seminale differente da quello umano essendo molto più viscoso a tal punto di diventare simile alla colla. La ragazza ha riportato lo strappo dell’utero, e necessita di un rifacimento chirurgico. La giovane donna è stata dimessa dall’ospedale con una prognosi di pochi giorni, anche se è tuttora sotto choc, quasi sicuramente per il disagio e la vergogna.

Tra le devianze sessuali più diffuse emerge una pratica che in psicopatologia è chiamata zoofilia erotica, bestialismo o, tecnicamente, zooerastia.

Il termine definisce i rapporti sessuali degli umani con gli animali domestici, cani, gatti, cavalli, capre, pecore o maiali. Il fenomeno in realtà è da sempre contemplato in innumerevoli contesti storici, sociali e culturali.

Narrato nella mitologia classica, descritto nella letteratura popolare come abitudine dei pastori costretti all’isolamento durante la transumanza. Ampiamente rappresentato nell’arte e, oggi, nella pornografia, allorché diventa una pratica abituale o una dipendenza, assume i contorni di una patologia vera e propria.

Gli psicanalisti spiegano che, come in tutte le altre perversioni sessuali, la zooerastia “coinvolge individui dalla vita ordinaria, affetti dal disturbo sessuale che li induce a mettere in pratica la fantasia di accoppiarsi con un essere non consenziente ma sottomesso, come l’animale (zoofilia sadica)”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.