Fabrizio Corona, ancora guai per l’ex re dei paparazzi: sequestrati 1,7 milioni dal Tribunale di Milano

fabrizio-corona-ancora-guai-per-lex-re-dei-paparazzi-sequestrati-17-milioni-dal-tribunale-di-milano

Non sembrano essere finiti i guai giudiziari per Fabrizio Corona, in quanto proprio in questi giorni pare sia arrivato per lui un provvedimento della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano, secondo il quale è stato disposto un sequestro del valore di oltre 1,7 milioni di euro per un ipotizzato giro di soldi in nero. Nel provvedimento ci sarebbe anche un riferimento alla pericolosità sociale di Corona, nonostante lo scorso 27 settembre il Gip di Milano Ambrogio Moccia aveva stabilito che l’ex re dei Paparazzi non doveva tornare in carcere ma poteva continuare a scontare il cumulo di pene residuo in affidamento in prova ai servizi sociali. La decisione è stata presa dalla sezione misure di prevenzione del tribunale milanese che ha accolto la richiesta del pm Alessandra Dolci e del procuratore aggiunto Ilda Boccassini. Il giudice gli aveva riconosciuto la continuazione tra i reati di estorsione, tentata estorsione e bancarotta per i quali è stato condannato in via definitiva. Continuazione concessa anche perché la sua “condizione di tossicodipendenza” ha “contribuito a causare” tutte quelle “condotte delittuose”.

I presunti soldi in nero di cui si parla, trovati nella disponibilità di Corona si riferiscono a pagamenti effettuati in contanti ricevuti quest’anno dall’ex re dei Paparazzi, che come sappiamo si trova in prova ai servizi sociali, da parte di discoteche ed altri locali notturni. Si tratterebbero,dunque, di compensi ricevuti da Fabrizio Corona attraverso una sua società, ovvero un’agenzia che si occupa di eventi e promozioni, sui cui non sarebbe stata pagata però l’Iva per le prestazioni. Questa somma di denaro, tra l’altro, sarebbe stata ritrovata all’interno di un pacchetto nascosto nel controsoffitto di un immobile appartenente ad un uomo che è risultato essere l’amministratore di una società. Da quanto è emerso, inoltre, tale decreto di sequestro preventivo al momento non comporta la revoca della libertà ed il ritorno in carcere di Corona, provvedimento sul quale dovrà pronunciarsi il Tribunale di Sorveglianza nel corso dell’udienza fissata per il 24 gennaio.

“Ero preoccupato perché avevo paura di finire di nuovo in cella ed ora mi sono tolto un grande peso”, sono queste le parole pronunciate da Fabrizio Corona nella mattinata di ieri dopo aver appreso dai suoi legali quanto deciso dai giudici. Ovviamente, adesso Corona dovrà stare particolarmente attento, perchè un’altra brutta tegola per lui potrebbe significare tornare ancora una volta dietro le sbarre. Giusto lo scorso mese di luglio Fabrizio Corona era stato ammonito dal giudice del Tribunale di Sorveglianza Giovanna De Rosa per una vacanza a Capri non autorizzata, con tanto di foto anche piuttosto hot che vedevano l’ex re dei paparazzi fotografato insieme alla fidanzata; proprio in quell’occasione lo stesso giudice aveva stabilito una restrizione sulle prescrizioni dell’affidamento, compreso il divieto di allontanarsi dalla regione Lombardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.