Fabrizio Corona a colloquio con il Gip:”Quei soldi non sono illeciti, ho lavorato.Volevo pagare le tasse”

fabrizio-corona-a-colloquio-con-il-gip-quei-soldi-non-sono-illeciti-ho-lavorato-volevo-pagare-le-tasse

E’avvenuto nella giornata di ieri l’interrogatorio di Fabrizio Corona,arrestato lo scorso lunedì. “Non ho mai guadagnato un euro in modo illecito in vita mia, quei soldi sono frutto del mio lavoro frenetico di 10 mesi e avevo intenzione di pagare le tasse e mettermi in regola”, è questo quanto dichiarato da Fabrizio Corona nel corso dell’interrogatorio avvenuto nella giornata di ieri davanti al Gip di Milano, parole riferite dal suo legale, ovvero l’Avvocato Ivano Chiesa. Corona, parlando al gip, avrebbe spiegato che quei soldi ritrovati nel controsoffitto nell’appartamento della sua collaboratrice, così come quelli rinvenuti in Austria, non sono altro che il frutto del suo lavoro e di quelli della società Atena, dieci mesi di lavoro frenetico che lui stesso ha portato avanti in prima persona da quando ha ottenuto l’affidamento in prova sul territorio e fino a pochi giorni prima il suo arresto.

“Dopo averli nascosti e averne portato una parte in Austria, avevo intenzione di dare una svolta alla mia vita, di pagare le tasse e le sanzioni e di mettermi in regola”, ha aggiunto Corona, nel corso dell’interrogatorio. Il legale dell’ex re dei paparazzi, avrebbe riferito che Corona è stato costretto a nascondere questi soldi per “problemi di sicurezza”. Secondo la difesa, non si tratterebbe nemmeno di evasione fiscale al momento, “perché i termini per pagare le tasse sono ancora aperti”.

Corona, ha riferito ancora il suo difensore, rispondendo al gip ha ribadito più volte di non aver “mai guadagnato un solo illecito e quello che si dice è tutta una favola Per chi non lo sapesse, gli agenti della Squadra Mobile di Milano, nel corso di alcune perquisizioni hanno trovato contanti per 1,7 milioni di euro, nel controsoffitto di casa e della sua collaboratrice Francesca Persi, finita in carcere insieme a Corona. Per tutta la settimana Corona è stato chiuso nella cella di San Vittore, sorvegliato a vista, proprio perchè nelle ultime settimane, venuto fuori questo polverone, aveva anticipato nel corso di un’intervista, che qualora fosse finito in carcere, questa volta forse non avrebbe retto.

In questi giorni, infatti, secondo quanto riferito dai suoi legali, Corona è apparso piuttosto abbattuto, non mangia e dorme molto poco ma è intenzionato a difendersi davanti al gip Paolo Guidi. L’avvocato Chiesa, dopo l’interrogatorio ha chiarito anche che avendo lo stesso Corona dato l’assenso alla rogatoria dei pm su soldi in Austria, gli inquirenti non faranno fatica a rintracciare quelle somme,depositate come ha rivelato lo stesso Corona, su due conti differenti.Nella giornata di oggi, intanto, la difesa di Fabrizio Corona presenterà un’istanza di scarcerazione, richiesta che sarà avanzata anche da Persi ed ancora la Procura ha presentato un ricorso alla Cassazione in cui chiede di annullare il provvedimento con cui il Gip Ambrogio Moccia a fine settembre aveva consentito a Fabrizio Corona di evitare un ritorno in carcere riconoscendo la continuazione tra alcuni reati per i quali è stato condannato in via definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.